Facebook introduce il riconoscimento facciale per sapere chi usa foto personali a nostra insaputa

Facebook introduce il riconoscimento facciale per sapere chi usa foto personali a nostra insaputa

L’annuncio ufficiale di Facebook risale a poche ore fa, sono finalmente stati aggiunti alcuni strumenti – facoltativi per gli utenti – che dovrebbero però aiutare il social network a scoprire se vengono utilizzate foto in modo inappropriato.

Tra questi strumenti è presente una nuova opzione che, una volta abilitata, dovrebbe inviare delle notifiche ogni volta che viene individuato un soggetto all’interno di una foto senza però essere stato taggato. Ciò potrebbe anche funzionare come sistema di sicurezza se qualcuno prova ad utilizzare la foto profilo di un’altra persona.

Adesso ci sono tre opzioni da poter applicare sulle foto caricate su Facebook: inserire i tag, non inserirlo oppure contattare la persona che ha pubblicato l’immagine con il nostro viso. Per sfruttare le nuove features è stata sfruttata la tecnologia di riconoscimento facciale.

In particolare, quella adoperata dal social network analizza i singoli pixel della foto codificandoli in stringhe di numeri che vengono chiamati “modelli”. Una volta che foto e video vengono caricati, successivamente in automatico vengono estratti i modelli e confrontati con quelli presenti sul database.

AAT Demo

Posted by Facebook on Montag, 18. Dezember 2017

Sarà presto possibile abilitare questa nuova opzione selezionando un semplice flag all’interno delle impostazioni di Facebook e, secondo il social network sarà disponibile a partire da questa settimana. La brutta notizia, però, arriva dal fatto che Europa e Canada saranno momentaneamente escluse dal roll-out di questa importante novità, almeno per il momento. Non sappiamo se verrà rilasciata in futuro, ma non escludiamo che possa arrivare nel 2018 dopo dovuti test e miglioramenti applicati alle funzioni attualmente presenti.

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: