Facebook

Facebook permetterà agli utenti di avere maggior controllo sugli annunci pubblicitari ma prevederà un sistema anti-ad blocker, anche se allo stato attuale non è stato possibile capire in che modo la società di Zuckerberg ci sia riuscita. Gli strumenti per il controllo degli annunci, però, saranno pienamente a portata d’utente.

Nel momento in cui  si visualizzerà un annuncio nel feed, cliccando in alto a destra si potrà dare un like oppure eliminarlo o, in alternativa, richiedere una spiegazione breve cliccando sulla voce: Perché sto visualizzando questo annuncio?.
La decisione di offrire annunci pertinenti e rispondenti alle esigenze personali degli utenti è legata a filo doppio con l’utilizzo intensivo dei sistemi di blocco degli annunci, ritenuti l’ultima spiaggia contro inserzioni pubblicitarie spesso troppo invadenti e fuori luogo.

Questi miglioramenti sono stati progettati per fornire alle persone più controllo sui loro dati e l’influenza che questi danno agli annunci che vengono mostrati

Questo quanto ha affermato Andrew Bosworth, Vice Presidente per Ads and Business Platform di Facebook. Una decisione che molti utenti non vedono di buon occhio ma che comunque necessaria può risultare utile per aumentare il margine di guadagno per gli inserzionisti.

Alcune compagnie di ad blocking accettano soldi in cambio della visualizzazione di pubblicità che loro hanno precedentemente bloccato, una pratica che riduce i finanziamenti necessari per sostenere il giornalismo e servizi gratuiti sul web. Facebook è un servizio gratuito e la pubblicità supporta la nostra mission orientata alla possibilità di condividere e rendere il mondo più aperto e connesso. Piuttosto che pagare le aziende di ad blocking per sbloccare le inserzioni che mostriamo – poiché alcune di queste compagnie ci hanno invitato a farlo nel passato – stiamo mettendo nelle mani degli users il controllo del nostro sistema sulla pubblicità

Voi che cosa ne pensate? Lasciateci pure tutti i vostri personali commenti in merito.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSamsung patch Agosto 2016 risolve davvero tanti problemi
Prossimo articoloWindows 10 AU, primo aggiornamento build alla 14393.51