Facebook sempre più social per anziani: i giovani scelgono Snapchat
Facebook sempre più social per anziani: i giovani scelgono Snapchat

Facebook è ormai diventato vecchio. Non tanto per gli ormai cospicui anni alle spalle, ma anche e soprattutto per la penuria di novità e funzioni che, invece, sono appannaggio dei concorrenti. Come Snapchat, il quale può fregiarsi, dal suo canto, su un attivo imponente ed importante in fatto di utenti conquistati.

Sì, perché stando ad alcune rilevazioni condotte da eMarketer sugli utenti britannici, pare che il social network a tinte blu sia forse già passato di moda. L’indagine – che può esser estesa anche ad altri mercati, dal momento che l’andazzo pare esser piuttosto simile – mette infatti in evidenza una curiosa e improcrastinabile verità. Nel corso del 2018, Facebook sarà infatti costretto a fare i conti con un sostanzioso taglio di circa 700mila utenti in meno nella fascia compresa tra i 12 e i 24 anni.

Il motivo? La piattaforma di Mark Zuckerberg vede una imponente militanza di over 55. Che in fondo potrebbero pure essere i padri, zii e nonni degli utenti iscritti nella fascia di cui sopra. A detta delle recenti rilevazioni di eMarketer, le maglie dei meno giovani andranno, già nell’immediato futuro, ulteriormente ad allargarsi, sino a diventare categoria predominante. Almeno sul Facebook britannico.

E pur di tenersi al riparto dai controlli dei più grandi, i teenager decidono di…fuggire. Sposando magari piattaforme concorrenti e più improntate verso funzioni e caratteristiche giovanili. Instagram – uno degli importanti satelliti controllati sotto l’egida di Mark Zuckerberg – ha in tal senso svolto un ruolo importante, anche se negli ultimi tempi bisogna registrare un forte ritorno in auge di rivali come Snapchat. Che da quando si è quotata in Borsa ha addirittura registrato una cospicua crescita di utenti.

La piattaforma gialla è insomma in continua crescita. Ci sarà un restyling grafico e funzionale – seppure in alcuni Paesi contestato – ma, ad ogni modo, tutte le mosse sembrano incanalarsi verso una ricerca di semplicità e immediatezza. Che poi rappresentano fattori di tutto rispetto per conquistare le fasce di età più basse. Le stesse che, per inciso, Facebook sta disperdendo appannaggio invece dei concorrenti.

Snapchat ha insomma individuato bene il target di utenza e, soprattutto, l’obiettivo di rosicchiare gli utenti più giovani a Facebook e alla controllata Instagram. L’app di Evan Spiegel ha d’altronde più che raddoppiato, nel giro degli ultimi tre anni, il suo livello di presenza di utenti, toccando quota 43%. E se la storica piattaforma di Zuckerberg ha dovuto impiegare più tempo per la sua affermazione capillare, capiamo bene come Snapchat stia diventando effettivamente di moda. Almeno tra i giovani.

Facebook è insomma avvertita, e le nuove strategie impongono un ripensamento orientato verso i giovanissimi. E in effetti in tal senso pare muoversi il quartier generale di Menlo Park, che ha di recente inaugurato una versione di Messenger per bambini.