Facebook Messenger

Con l’arrivo di Instant Articles, Mark Zuckerberg ha tentato di realizzare una vetrina digitale per consentire agli utenti di Facebook di leggere notizie dalle più importanti testate giornalistiche del mondo, con risultati però non troppo soddisfacenti, per questo secondo quanto emerso da Marketing Land, Facebook ha deciso di cambiare strategia, integrando nel servizio di messaggistica istantanea Messenger, contenuti editoriali e notizie gestiti direttamente dagli editori.

Secondo quanto emerso, Zuckerberg sarebbe pronto a trasformare in parte il servizio di messaggistica istantaneo Messenger, che ad oggi conta qualcosa come 800 milioni di utenti al mondo, per tentare nuovamente di coinvolgere gli editori delle maggiori testate giornalistiche mondiali, che grazie ad un elaborato sistema di chatbot, in grado di generare contenuti in automatico, potranno utilizzare Messenger come veicolo per assicurarsi un enorme potenziale numero di nuovi lettori.

Come funzionerà il nuovo Messenger

Gli editori potranno indicare quali articoli inviare al sistema di chatbot di Messenger, a questo punto gli utenti del servizio di messaggistica istantanea di Zuckerberg riceveranno delle notifiche del tutto simili a quelle relative all’arrivo di un nuovo messaggio ma aprendo l’applicazione potranno leggere una piccola sintesi della notizia appena pubblicata dalla testata giornalistica ed un link che rimanderà all’articolo completo, visibile direttamente sul sito ufficiale del giornale.

Attraverso questa funzionalità quindi, gli utenti potrebbero ricevere notizie in tempo reale e leggere solamente quelle di reale interesse, gli editori potrebbero avere una piattaforma dal potenziale enorme dalla quale ricevere traffico e Facebook avrebbe trovato un modo davvero efficace per monetizzare attraverso la pubblicità od almeno questo è quello che spererebbe Zuckerberg.

Snapchat, prima di tutti

L’idea di Zuckerberg di integrare un servizio di notizie in una chat non è in realtà così originale visto che da tempo Snapchat, la popolare applicazione di messaggistica con sistema di auto-cancellazione a tempo dei messaggi, così popolare tra i giovani e che ha al suo attivo oltre 100 milioni di utenti al giorno, sfrutta un servizio di comunicazione delle notizie che ha dimostrato l’efficacia dell’idea, con realtà editoriali del calibro del Daily Mirror, Wall Street Journal ed addirittura l’ufficio stampa della Casa Bianca, che lo sfruttando quotidianamente per pubblicare notizie e comunicati stampa.

L’annuncio della rivoluzione di Messenger al prossimo F8

Al momento Facebook non ha rilasciato comunicati ufficiali in merito alle indiscrezioni riportate da Marketing Land ma diverse ipotesi indicano che l’annuncio ufficiale potrebbe arrivare in occasione del F8, la conferenza degli sviluppatori del social network che si terrà ad aprile prossimo, evento già scelto da Zuckerberg per annunciare le novità relative proprio a Messenger, che lo scorso anno vide l’arrivo nel servizio di messaggistica di un sistema di acquisti online, scambio di denaro e videochiamate in stile Skype.

A questo punto non resta che attendere il prossimo mese per sapere se le indiscrezioni troveranno un reale riscontro e se a breve il classico suono di notifica di Messenger non indicherà più solo l’arrivo di un messaggio in chat ma anche un importante notizia di cronaca, politica, sport o spettacolo dal mondo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa chiocciola non ha più il suo papà: è morto Ray Tomlinson, l’inventore delle email
Prossimo articoloRecensione tastiera gaming iTek Scorpion Deep Sea: Pro si diventa