Com’è ormai consuetudine di Facebook, anche quest’anno il CEO Mark Zuckerberg ha inaugurato la conferenza per gli sviluppatori F8 a San Jose, in California, dove ha presentato numerose sorprese.

Zuckerberg ha mostrato le novità più importanti in arrivo sulla piattaforma social nei prossimi mesi. Prima di cominciare la presentazione, il CEO ha espresso forte rammarico per l’orrore avvenuto a Cleveland la scorsa domenica di Pasqua, dove un uomo ha ucciso un pensionato filmando il tutto e condividendolo sul social:“Faremo tutto quello che possiamo per prevenire tragedie come questa. Il nostro cuore è con la famiglia e gli amici di Robert Goodwin”, ha commentato.

Dopo questa brebe riflessione, Zuckerberg ha cominciato ad annunciare le grandi novità in arrivo entro l’anno. Prima di tutto il CEO ha dichiarato che dalla fotocamera degli smartphone partirà “la più grande piattaforma “mainstream” per la realtà aumentata. Grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale, il servizio riuscirà a riconoscere oggetti, localizzare e mappare i soggetti inquadrati e molto altro. In futuro basterà indossare un paio d’occhiali e, passeggiando per Roma, guardando il Colosseo, si potranno avere informazioni su quello che vediamo. Adesso tutto questo iniziamo a farlo attraverso la fotocamera dello Smartphone”.

Attraverso Camera Effects Platform sarà possibile combinare informazioni e oggetti digitali per arricchire i vari ambienti che ci circondano, e sarà possibile fare il tutto direttamente all’interno della piattaforma di Facebook, senza la necessità di dover aprire altre applicazioni. Sarà quindi possibile inquadrare un oggetto, scattare una foto, agiungerci effetti in 3D oppure scriverci sopra quello che si vuole. In sintesi avremo una vera e propria fotocamera “smart”: “La realtà aumentata è “il secondo atto” del trend che vede foto e video sempre più centrali rispetto al testo, e quindi della fotocamera sempre più importante rispetto alla tastiera. Questa tecnologia aiuterà a fondere reale e digitale in modi del tutto nuovi e renderà il mondo fisico migliore”, ha aggiunto il numero uno di Facebook.

Un’altra importante novità è senz’altro Spaces, una piattaforma parallela dove ogni utente avrà un avatar da gestire, un po’ come succedeva in Second Life. La piattaforma è già in fase beta ed in arrivo nei prossimi mesi. Spaces è integrata con le videochiamate di Messenger e si basa sulle tecnologie tridimensionali e virtuali. Un po’ come accade nei videogame di The Sims, gli avatar potranno essere realizzati direttamente dagli utenti, i quali potranno quindi scegliere lo stile che preferiscono e creare anche un personaggio a propria immagine e somiglianza.