Exynos 8, ecco le sue potenzialità in un’infografica

Exynos 8, ecco le sue potenzialità in un’infografica

Dopo la presentazione del processore Exynos 8, l’ultimo nato nella famiglia Samsung, ancora non siamo stati in grado di capire le sue reali potenzialità visto che ancora non è stato installato su alcun dispositivo e la linea Galaxy S7 che dovrebbe montarlo ancora non è stata presentata. Prodotto su un processo produttivo FinFET a 14 nm come l’Exynos 7420 prima di esso, il nuovo chip segna l’ingresso di Samsung in nuclei custom-built. La disposizione big.LITTLE nel modello 8890 dispone di una gamma quad-core Mongoose a 64 bit con core ARMv8 per le alte prestazioni, mentre per i compiti più banali verranno utilizzati altri quattro core Cortex-A53.

Con questa tecnica si avrebbe un aumento delle prestazioni del 30% (a detta di Samsung) senza in alcun modo pregiudicare al durata della batteria. Altra caratteristica che troviamo al suo interno è il modem integrato, che supporta LTE in cat. 12/13 per velocità di download fino a 600Mbps.

Proprio come ha recentemente annunciato Huawei con il Kirin 950, l’Exynos 8890 dispone di una GPU Mali-T880, ma come con tutti i processori grafici di ARM, il segreto è nel numero di core (x in MPx, che segue il numero di modello GPU). In questo caso Samsung utilizza il Mali-T880MP12 con un totale di ben dodici core, a differenza di Huawei che utilizza il modello MP4, a 4 core.

Il nuovo chip supporta risoluzioni del display fino a 4K UHD (4.096 x 2,160 px) o WQUXGA (3,840 x 2,400 px), che può essere un indizio di cosa aspettarsi in futuro sui prossimi smartphone. Finora questo è tutto ciò che Samsung ha rilasciato sul suo nuovo processore insieme ad una infografica completa che mostra le sue caratteristiche, anche se al momento rimangono un mistero i dettagli legati alle frequenze di clock.

 

Infografica Exynos 8