Fifa 16

L’Electronic Arts da oltre venti anni sforna annualmente un nuovo titolo di FIFA. Il primo Fifa Soccer risale al lontano 1993 e fu il primo gioco di calcio con licenze ufficiali di squadre nazionali e club. A partire dai mondiali del ’98 però, la EA ha deciso anche di rilasciare titoli dedicati ai grandi eventi internazionali quali mondiali ed europei. Dopo un ottimo Fifa 98: Road to World Cup, dove potevamo intraprendere i gironi di qualificazione per i mondiali con qualsiasi nazionale possibile ed immaginabile, in estate venne rilasciato World Cup ’98.

Questo titolo era basato principalmente sul mondiale francese ed inoltre erano presenti alcune interessanti features, tra queste c’era la possibilità di rivivere vecchie finali dei mondiali passati con le nazionali classiche. La tendenza continuò negli anni e nel ‘2000 venne rilasciato il mitico Euro 2000. Negli anni ’90 e i primi anni ‘2000 era considerato normale rilasciare un gioco a se stante dedicato agli eventi quali mondiali ed europei, ma nell’epoca odierna delle console social e dei continui aggiornamenti assolutamente no.

Purtroppo è recente la notizia che la EA non lavorerà ad un nuovo titolo dedicato al prossimo europeo. Infatti, i diritti dell’imminente europeo in Francia sono stati comprati dai rivali della Konami! Ormai i giochi sono zeppi di DLC a pagamento ed espansioni e quindi ci chiediamo, invece di rilasciare un titolo a se stante riguardo all’imminente europeo in Francia (e anche ad un certo prezzo, sopratutto per gli utenti console) perchè la EA non poteva rilasciare un bel DLC?

Sicuramente a livello di costi sarebbe stato meglio, si sarebbero trovati comunque già un giocone come FIFA 16 come base ed il tutto avrebbe giocato a favore sia della EA che dei videogiocatori. Un DLC ad un prezzo modesto (massimo 20 euro) sarebbe stato perfetto. Purtroppo per questo europeo dobbiamo accontentarci e la mitica EA ha sbagliato strategia.

Via

CONDIVIDI