In questi giorni sta circolando online un’email che invita gli utenti a partecipare ad un concorso per vincere 150 Voucher Decathlon dal valore di 1.000 euro.

Il testo dell’email recita quanto segue:

Ciao
Non era mai successo che mettessimo in palio ben 150 Voucher Decathlon da 1000€!

Siamo felici di comunicarti che il tuo nome é stato sorteggiato
tra i finalisti e che sei ad un passo dal vincerne uno adesso!

1. Marco Lombardi
2.
3. Paola Bellini

Non perdere questa opportunitá. L’estrazione avverrá domani e i premi non consegnati saranno riestratti a sorte!”

Noi di KeyForWeb.it abbiamo deciso di indagare sulla faccenda e controllare se si tratta di un tentativo di phishing o di truffa. Dopo aver cliccato sul link si viene reindirizzati su un sito che pone tre banali domande, fino ad arrivare alla schermata illustrata qui di seguito:

Premesso che è sempre sconsigliato cliccare su link ricevuti da email sospette o sconosciute bisogna ricordare che ogni qualvolta un determinato sito richieda l’inserimento dei dati personali, è sempre opportuno prendere visione dell’informativa sulla privacy prima di procedere con la registrazione degli stessi.

Il sito dispone di un regolamento al concorso e di una pagina relativa alle informazioni sulla Privacy e sulla tutela dei dati (consultabile al seguente link) scritte con un carattere di dimensioni decisamente minuscole.

Volendo ancora confidare nella buona fede dell’iniziativa, e ipotizzando che il concorso sia reale assieme ai suoi premi in palio, è interessante analizzare nel dettaglio alcuni punti cruciali dell’informativa sulla privacy presente nel sito, riportati qui di seguito:

2. Ulteriori finalità di trattamento: marketing (invio di materiale pubblicitario, vendita diretta e comunicazione commerciale)

Con il consenso libero e facoltativo dell’Utente, alcuni dati personali dell’Utente potranno essere trattati da Toleadoo anche per finalità di marketing (vendita diretta, invio di materiale pubblicitario e comunicazione commerciale), ovvero affinché Toleadoo possa contattare l’Utente tramite posta, posta elettronica, telefono (fisso e/o mobile, con sistemi automatizzati di chiamata o di comunicazione di chiamata con e/o senza l’intervento di un operatore) e/o SMS e/o MMS per proporre all’Utente l’acquisto di prodotti e/o servizi offerti dalla stessa Toleadoo e/o da imprese terze, presentare offerte, promozioni ed opportunità commerciali.

In sintesi, con il classico consenso al trattamento dei propri dati personali l’utente fornisce il via libera a qualsivoglia messaggio pubblicitario con qualsiasi mezzo: email, telefonate, SMS e posta ordinaria.

Ma allora è possibile porre rimedio e negare il consenso al trattamento dei dati personali? Nella pagina informativa si legge quanto segue: “Il consenso al trattamento dei dati personali per tale finalità di trattamento è libero e facoltativo, ed in caso di mancato consenso la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare al concorso a premio organizzato sul Sito non sarà in alcun modo pregiudicata. Anche in caso di consenso, l’Utente potrà in qualsiasi momento revocare lo stesso, facendone richiesta a Toleadoo con le modalità indicate al successivo paragrafo 6. L’Utente potrà inoltre opporsi facilmente ad ulteriori invii di comunicazioni promozionali via email anche cliccando sull’apposito link per la revoca del consenso, che è presente in ciascuna email promozionale. Effettuata la revoca del consenso, Toleadoo invierà all’Utente un messaggio di posta elettronica per confermare l’avvenuta revoca del consenso”.

Problema risolto, quindi. Non proprio: se si prosegue nella lettura si legge che “Toleadoo informa che, a seguito dell’esercizio del diritto di opposizione all’invio di comunicazioni promozionali via email, è possibile che, per ragioni tecniche ed operative (es. formazione delle liste di contatto già completata poco prima del ricezione da parte di Toleadoo della richiesta di opposizione) l’Utente continui a ricevere alcuni ulteriori messaggi promozionali. Qualora l’Utente dovesse continuare a ricevere messaggi promozionali dopo che siano trascorse 24 ore dall’esercizio del diritto di opposizione, si prega di segnalare il problema a Toleadoo, utilizzando i contatti indicati al successivo paragrafo 6”. In sintesi – nonostante l’esplicita richiesta di non desiderare più alcun tipo di messaggio pubblicitario – l’azienda mette le mani avanti affermando che erroneamente tale spam potrebbe proseguire e che in caso è necessario ripetere la procedura di cancellazione. E se non andasse a buon fine nemmeno stavolta?

Tuttavia il punto più interessante di tutti è il numero 5, cioè la comunicazione dei dati ai Partner di Toleadoo, riportato qui di seguito con il grassetto aggiunto da noi per sottolineare i passaggi più importanti:

Con il consenso libero e facoltativo dell’Utente, i dati personali dell’Utente (nome, cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, telefono) saranno comunicati da Toleadoo alle seguenti categorie di aziende terze: (i) aziende di telefonia fissa e mobile; (ii) aziende attive nel mondo dell’editoria (carta stampata, internet, televisione e nuovi media); (iii) aziende attive nel settore del commercio elettronico di prodotti e servizi; (iv) società operanti nel settore energetico; (v) società operanti nel settore viaggi e tempo libero; (vi) società che si occupano di formazione professionale e/o scolastica; (vii) agenzie di pubblicità, centri media e contact center; (viii) società operanti nel settore alimentare; (ix) ONG e ONLUS; (x) società operanti nel settore finanziario e assicurativo (collettivamente, i “Partner di Toleadoo”). I Partner di Toleadoo, in qualità di autonomi titolari del trattamento, tratteranno i dati personali dell’Utente per proprie finalità di marketing (vendita diretta, invio di materiale pubblicitario e comunicazione commerciale), e potranno contattare l’Utente tramite posta, posta elettronica, telefono (fisso e/o mobile, con sistemi automatizzati di chiamata o di comunicazione di chiamata con e/o senza l’intervento di un operatore) e/o SMS e/o MMS per proporre all’Utente l’acquisto di prodotti e/o servizi offerti dalle stesse categorie di imprese terze e/o da altre imprese e presentare all’Utente offerte, promozioni ed opportunità commerciali.

Naturalmente, alla luce dei fatti appena esposti, si è scelto di non proseguire con la registrazione dei dati personali, al fine di evitare – nella migliore delle ipotesi – di essere inondati di spam con qualsiasi mezzo di comunicazione e da più aziende. Ricordiamo infatti che molti utenti distratti hanno cliccato su email o messaggi sospetti ricevuti tramite SMS o WhatsApp e si sono ritrovati con virus, malware o addirittura inconsapevolmente abbonati a servizi a pagamento tramite il credito telefonico della propria SIM.

A questo punto la domanda nasce spontanea: dopo aver letto tutto ciò avete ancora voglia di partecipare ad un concorso online ricevuto per caso tramite email?

CONDIVIDI
Articolo precedenteSolo online TIM Smart Casa ti costa 19,90€
Prossimo articoloGames with Gold di agosto: ecco i titoli gratuiti in arrivo su Xbox One e 360