Google sta lavorando a un nuovo formato di immagine chiamato Pik, come dimostra una raccolta di file appena caricati sul profilo ufficiale GitHub della società.

Il formato, secondo il file readme del progetto, è “un nuovo formato di immagine per internet” (new lossy image format for the internet).

Queste le uniche informazioni trapelate al momento. Questa descrizione potrebbe ricordare WebP, il formato annunciato per la prima volta nel settembre del 2010 e all’epoca pubblicizzato come un nuovo standard per la grafica dedicata all’utilizzo sul web, molto simile a questo nuovo progetto. Non è chiaro infatti come questo formato Pik possa differenziarsi dal WebP, se non il fatto che per adesso per utilizzarlo è necessaria “una CPU compatibile AVX2 e FMA, ad esempio Haswell”.

Inoltre, il readme sottolinea che Pik “non è un prodotto ufficiale di Google”. È chiaramente sviluppato da Google, come dimostra il fatto che è ospitato sul proprio account GitHub di BigG, per cui probabilmente il team di sviluppo vuole far intendere che il colosso di Mountain View non vuole ancora esprimersi su Pik, né offrire alcun supporto o garanzie circa il suo utilizzo.

Non ci resta quindi che attendere ulteriori riscontri ufficiali dall’azienda californiana per saperne di più su questo nuovo formato immagine.