Meizu M6 Note è stato finalmente reso ufficiale al pubblico. Design in metallo, dual-camera ed una batteria molto capiente dovrebbero rendere questo Smartphone un dispositivo molto interessante, soprattutto considerando il prezzo.

Come visto già qualche giorno fa il design è stato confermato; invariato rispetto al passato ma con un body più affusolato che ora ospita due fotocamere sul posteriore con un quad Flash-LED. Mantenuti gli accordi con Qualcomm, Meizu M6 Note adotta un processore Snapdragon 625 octa-core a 2GHz con 3 o 4 GB di memoria RAM e 16, 32 o 64 GB di memoria interna in base al modello.

Il display è un’unità da 5,5″ IPD LCD in risoluzione FullHD (1920 x 1080 pixel) e non manca anche su questo modello il pulsante fisico frontale Meizu mBack che riconosce le impronte digitali e le gesture per l’utilizzo del dispositivo.

Novità interessanti riguardano la fotocamera, ora un doppio sensore posteriore composto da un 12 Megapixel f/1.9 Sony IMX362 o Samsung 2L7 (Pixel di 1.4 um, Full Pixel Dual-core focus 0.03 s) più uno da 5 Megapixel; quella frontale è da 16 Megapixel. Non mancano il  Dual-SIM LTE, il Bluetooth di tipo 4.2 ed il GPS. Molto capiente è la batteria, ben 4000mAh con supporto alla tecnologia di ricarica rapida Meizu mCharge 18W, che dovrebbe offrire un’ottima autonomia considerando anche i consumi del processore. Android è in versione 7.1.2 con interfaccia personalizzata da Meizu Flyme 6.

Qui la scheda tecnica completa del Meizu M6 Note

Meizu M6 Note

Interessante è il prezzo, si parte dai 1099 Yuan (149€) per la versione da 3GB/ 16GB, 1299 Yuan (169€) per quella da 3GB/ 32GB ed infine 1699 Yuan (249€) per la più prestante con 4GB/ 64GB. Le colorazioni in cui arriverà saranno Moonlight Silver, Champagne Gold, Blue e Obsidian Black e sarà disponibile sul mercato cinese dal prossimo 2 settembre, sicuramente rivenduto poi anche sul nostro mercato grazie ai siti import. 

VIAHDBlog
FONTEFonte
CONDIVIDI
Articolo precedenteFacebook Down, ore di buio per molti utenti di tutta europa da ieri
Prossimo articoloGalaxy Note 8 ufficiale, il miglior phablet di sempre ma che prezzi