Doom: i migliori cloni degli anni ’90

Doom: i migliori cloni degli anni ’90

Quando proprio quest’oggi in tutto il mondo è stato rilasciato il nuovo Doom per Playstation 4, PC e Xbox One, in questo articolo ripercorreremo i cosidetti “cloni di Doom” degli anni ’90. Infatti, nel 1993 Doom diventò un gioco influentissimo nel mercato dei videogiochi tanto che uscirono molti giochi simili (da qui il termine Doom clone). Questi giochi ripresentavano le stesse meccaniche e caratteristiche di Doom ma con ambientazioni e storie diverse. Andiamo a vedere i titoli più importanti dell’epoca

Dark Forces

Come sarebbe stato Doom se fosse stato ambientato nell’universo di Guerre Stellari? Ecco la risposta che stavate cercando! La LucasArts, sulla scia del successo e della moda degli sparatutto, pubblicò nel 1994 questo meraviglioso gioco dove impersonavamo un ribelle che doveva scappare dalle temibili truppe dell’impero. Il gioco è un vero gioiellino dell’epoca e presenta una grandissima atmosfera in linea con la vecchia trilogia del gioco. Celebri anche le sequenze animate d’intermezzo in stile cartone animato, le musiche e la riproduzione delle diverse ambientazioni e tipologie di truppe.

Duke Nukem 3D

Grandissimo cult degli anni ’90. Prendete Arnold Schwarznegger, tingetegli i capelli di biondo e introducetelo in uno scenario fantascientifico cyberpunk e otterrete Duke Nukem. Il titolo, molto criticato all’epoca per la sua impostazione molto ironica, machista e volgare, vedeva il protagonista in pieno stile eroe tamarro dei film action anni ’90 all’interno di un’avventura contro dei temibili alieni simili a dei maiali. Il gioco è ambientato in un universo dove al mondo sono rimaste solo le donne e gli uomini sono praticamente scomparsi. All’interno del gioco è presente un piccolo segreto in una mappa dove c’è una palese citazione allo stesso Doom.

Rise of the Triad

Palesemente scopiazzato da Wolfenstein 3D, il gioco ci permetteva di scegliere tra sette diversi protagonisti, ognuno con le sue caratteristiche diverse. Nel gioco ci sono diverse tipologie di nemici. In questo gioco il nostro obbiettivo era uccidere più nemici possibili e collezionare chiavi per accedere ai livelli successivi. La novità piu importante è che la maggior parte dei nemici erano attori digitalizzati. Si tratta forse del peggiore titolo dei tre, con una grafica già brutta per l’epoca e poca originalità.

 

Via

 

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: