smartphone

Sta diventando una vera e propria dipendenza, rinunciare allo smartphone è ormai diventato impossibile e il suo utilizzo avviene anche nelle situazioni più impensabili.

C’è sempre una notifica da guardare, un messaggio a cui rispondere o una notizia dell’ultima ora da leggere e questo avviene nelle più impensate circostanze, senza considerare se il momento risulta idoneo o meno, spesso cadendo anche in una sorta di dipendenza vera e propria.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Social Science Juornal da una università statunitense, la maggior parte dei giovani di oggi non riesce a staccarsi dallo smartphone anche in situazioni considerate “particolari” come ad esempio durante una funzione religiosa o addirittura mentre si sta facendo sesso. Lo studio ha intervistato ragazzi con età leggermente inferiore ai 20 anni facendogli compilare un questionario con 70 domande, dove veniva chiesto esplicitamente se l’intervistato avesse inviato o ricevuto messaggi durante 33 tipi di situazioni tabù.

L’esito è stato che più del 33% degli intervistati aveva inviato oltre 100 messaggi al giorno controllando lo stato dello smartphone anche fino a 16 volte in un’ora. Dall’intervista, è emerso che il 90% ha utilizzato lo smartphone durante i pasti, l’80% mentre era in bagno, il 70% mentre vedeva un film al cinema e il 75% durante il lavoro o durante una lezione scolastica. Ma i dati più singolari sono quelli che indicano il 7% di utilizzo durante il sesso, il 20% durante una funzione religiosa ed il 10% durante un funerale.

E voi quando utilizzate il vostro smartphone? Vi siete imposti delle regole?