Dettagli ufficiali sul chip Exynos 9810 di Galaxy S9

Dettagli ufficiali sul chip Exynos 9810 di Galaxy S9

Samsung ha finalmente annunciato oggi il lancio del suo nuovo processore Exynos 9810, il top di gamma della serie 9 che dovrebbe alimentare i dispositivi Galaxy S9 che stiamo tanto aspettando. Il nuovo chip è costruito su un processo FinFET da 10 nanometri di seconda generazione, che gli consentono di offrire prestazioni ed efficienza decisamente superiori rispetto ai processori che già conosciamo. Si tratta di un’unità octa-core che include numerosi miglioramenti e nuove capacità di elaborazione di deep learning.

Tutte le novità sul chipset Samsung Exynos 9810

All’interno è presente una CPU octa-core totalmente nuova con 4 core custom di terza generazione in grado di raggiungere un clock pari a 2,9 GHz e 4 core ottimizzati per l’efficienza del dispositivo. Le prestazioni single-core sono aumentate di due volte e le prestazioni multi-core hanno raggiunto il 40% in più rispetto al predecessore presente su Samsung Galaxy S8.

La logica del nuovo Exynos 9810 utilizza una rete neurale in grado di riconoscere con precisione persone ed elementi nelle foto per una categorizzazone rapida delle immagini, rilevamento della profondità o scansione 3D del volto. Non manca, infatti, un’unità di elaborazione della sicurezza, separata da tutto il resto, ed utile a salvaguardare dati personali come informazioni sul viso, iride ed impronte digitali.

Al suo interno è anche presente il primo modem LTE da 1.2 Gbps, si tratta di un modem LTE Cat.18 attualmente unico nel settore ed in grado di supportare fino a 6x carrieer aggregation per downlink da 1.2 Gbps e uplink da 200 Mbps.

E’ anche presente un’unità dedicata all’elaborazione delle immagini che lavora insieme ad un codec MFC aggiornato. Grazie a tutto ciò gli utenti saranno in grado di avere una stabilizzazione delle immagini avanzata fino ad una risoluzione UHD. Sarà anche possibile effettuare fotografie in tempo reale senza messa a fuoco, garantendo un’ottima qualità dell’immagine che apparirà anche più luminosa nonostante le condizioni di scarsa illuminazione. Tutti i dispositivi della serie Galaxy S9 – e probabilmente Note 9 – riusciranno anche a supportare registrazione e riproduzione dei video fino alla risoluzione 4K a 120 fps.

E’ possibile consultare tutti i dettagli tecnici all’interno della pagina ufficiale pubblicata al lancio del nuovo processore Exynos 9810. Ormai non ci resta che attendere l’arrivo in grande stile del prossimo top di gamma 2018 dell’azienda sudcoreana per testare sul campo tutte le novità di cui abbiamo parlato oggi.