In questi giorni sta circolando online – soprattutto sui social network come Facebook – una notizia che sta allarmando non poco gli over 63, dove si afferma che a partire da settembre 2017 la patente sarà ritirata a chi ha più di 64 anni.

La news è stata pubblicata dal sito Stampa d’Italia, di seguito alcuni stralci ripresi dal testo dell’articolo:

“Arriva in serata l’approvazione di un disegno di legge di cui si discuteva da molto tempo: ritirare la patente di guida a chi ha più di 63 anni. L’eurodeputato Alvaro Porfido, italiano e primo promotore del provvedimento, dice: ” […] per fare stare tutti più tranquilli, anche le persone di una certa età, abbiamo deciso di ritirare la patente a chi ha più di 63 anni, intensificando, ovviamente, il trasporto pubblico che, soprattutto nelle grandi città sarà capillare e a basso costo”. Una svolta importante che, secondo l’ecologista Mario Erbale, rappresenta un passo avanti per abbattere i mega costi del carburante e per debellare l’inquinamento atmosferico”.

“Ma c’è anche chi non ci sta, come il comitato, “Guidareanziani”, il cui capo primo Giuseppe Giordasse, dice: “Non ci stiamo, guidare anche in tarda età, rappresenta un modo per sentirsi vivo, al di là di tutto. Ho 67 anni e sono ancora un esperto alla guida. Sfido chiunque 20enne a mettersi alla prova con uno come me” […] In ogni caso, la legge del deputato Alvaro, è già stata ratificata e sarà, come detto, effettiva proprio a Settembre. Chissà come le cose evolveranno”.

Ovviamente si tratta di un’enorme bufala. Ad ogni modo quello che allarma di più è che  fino ad ora il post contenente l’articolo pubblicato sulla pagina Facebook legata al sito è stato condiviso 94 volte, e solo dalla singola fanpage: ciò significa che ci sono ancora molte persone che stanno credendo davvero a quanto riportato sull’articolo sopracitato, avanzando commenti del tipo “ma fate degli esami seri…..e toglietela a chi non ce la fa e diventa pericoloso. ma poi meglio un 70 enne ancora in gamba o un 20enne ubriaco o drogato???? ma fatevi furbi” oppure “Non sono per niente d’accordo. La maggiorparte degli incidenti non viene causata da loro”.

Per questo motivo è bene spiegare dettagliatamente il perché tale notizia è da considerarsi completamente falsa: partiamo dal nome del fantomatico eurodeputato Alvaro Porfido. Non ci sono riscontri né sulle testate giornalistiche né su siti istituzionali dell’esistenza di questa persona, stesso discorso per il presunto ecologista Mario Erbale. Riteniamo non ci sia necessità di puntualizzare sull’esistenza di un Comitato “GuidareAnziani”, già il semplice nome dovrebbe suscitare qualche dubbio​ sulla veridicità della faccenda.

Inoltre, tale news è stata condivisa anche dalla pagina Facebook “Il Fatto Quotidaino News”attenzione: non è un errore di battitura, si chiama proprio “QuotiDAINO” da non confondere con la nota testata giornalistica – noto sito di bufale online che come “magazine satirico alcuni articoli contenuti in esso potrebberò non corrispondere alla veridicità dei fatti”, specificano gli stessi autori a fondo pagina. Dulcis in fundo, Stampa d’Italia non riporta nemmeno una sezione informativa, segno di poca credibilità del sito.



Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email:


Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: