Nella giornata di oggi, Mercoledì 7 Dicembre, si celebra il 340° anniversario della scoperta della velocità della luce. Google ha deciso di ricordare l’anniversario con un bellissimo doodle animato visibile solo in alcuni Paesi, quali: Italia, Francia, Spagna, Gran Bretagna, Portogallo, Finlandia, Svezia, Norvegia, Danimarca, Lituania, Bielorussia, Estonia, Paesi Bassi, Austria, Repubblica Ceca, Ungheria, Croazia, Serbia, Bulgaria, Grecia, Israele, India, Kazakistan, Giappone, Taiwan, Australia, Nuova Zelanda, Canada, Messico, Honduras, Cuba, Nicaragua, Repubblica Dominicana, Costa Rica, Panamà, Venezuela, Brasile, Ecuador, Perù, Bolivia, Uruguay e Argentina.

Perché ricordare l’anniversario proprio oggi? Perché proprio il 7 dicembre 1676 fu resa pubblica la “Démonstration touchant le mouvement de la lumière trouvé par M. Roemer de l’Académie des sciences”, ovvero la scoperta di Ole Romer, l’astronomo danese al quale si riconosce la prima misura quantitativa della velocità della luce.

Nel doodle, lo scienziato è rappresentato mentre osserva la Terra, il pianeta Giove e la sua luna Io, fu proprio in questo modo che, insieme ad altri studiosi di allora come Giovanni Cassini, riuscì a determinare la velocità della luce.

In sintesi, gli scienziati si accorsero di come il moto di Io fosse irregolare e di come variava nel periodo delle sue eclissi. Confrontando tutte le misurazioni dei tempi tra le eclissi, gli studiosi scoprirono che diventavano più brevi quando la Terra si avvicinava a Giove e più lunghi quando la Terra si allontanava. Romer scoprì il legame tra le variazioni e il tempo impiegato dalla luce per raggiungere gli osservatori, stimato in circa 22 minuti per percorrere il diametro dell’orbita della Terra.

CONDIVIDI
Articolo precedenteHonor 8, rilasciata la versione beta pubblica di Android Nougat
Prossimo articoloFacebook: la guerra alle bufale ed ai clickbait è ufficialmente aperta