CyanogenMod ha annunciato di aver abbandonato lo sviluppo della CyanogenMod 14, basata su Android 7.0, per potersi dedicare alla CyanogenMod 14.1, versione basata su Android 7.1.

Il colosso Google sembra aver imposto a diversi OEM il divieto di pubblicare firmware basati sull’ultima versione disponibile del sistema operativo Android, dato che intende lasciare l’esclusiva temporanea ai suoi prodotti in arrivo, ovvero Pixel e Pixel XL, ma BigG dovrà rassegnarsi, dato che non si può imporre nello sviluppo di una custom Rom basata su un codice AOSP liberamente disponibile.

“Google, nonostante le imposizioni agli OEM di non pubblicare firmware (o rom o sistemi operativi come vogliate chiamarli) con Android 7.1 per un determinato periodo di tempo (per lasciare un vantaggio ai propri Pixel molto probabilmente), non può fermare una custom rom, dal momento che il codice è liberamente disponibile su AOSP”, scrivono sul blog italiano di CyanogenMod.

Le prime nightly della CyanogenMod 14 non sono state rilasciate per via di un problema legato alla registrazione video, causato dalla volontà di Google di separare il MediaServer di android in varie sottocategorie come AudioServer, MediaCodecServer, CameraServer, ecc.

In sintesi, le prime nightly ufficiali saranno basate su Android 7.1 Nougat e faranno parte del ramo CyanogenMod 14.1. Al momento non vi sono ulteriori informazioni da parte del Team in merito al loro rilascio, dato che ci sono ancora alcune difficoltà sulle quali lo staff è al lavoro per poterle risolvere.