All’inizio del mese Samsung aveva avvertito gli esperti del mercato che le proiezioni ed analisi di mercato, indicavano i possibili profitti relativi al terzo trimestre dell’anno in calo del 45%  rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ma i dati ufficiali appena rilasciati, mostrano un quadro ben peggiore con un vero e proprio crollo Samsung, che dichiara un calo dei profitti del 60% nel Q3 rispetto allo scorso anno.

Per il trimestre luglio-settembre l’azienda coreana ha stimato un calo dell’utile operativo tra il 57.8% ed il 61.8%, con profitti compresi tra i 3.6 e i 4 miliardi di dollari, nettamente distanti dai 9.6 miliardi di dollari del 2013 e questo nonostante l’arrivo di dispositivi di notevole importanza per la società, come il Galaxy S5, i tablet della serie Galaxy Tab S ed il primo dispositivo della società realizzato con cornice in alluminio, il Galaxy Alpha.

Il crollo Samsung ha due ragione: Apple e gli smartphone cinesi

Samsung ha anche volute precisare che oltre il 60% dei profitti arriva proprio dalla vendita di smartphone e tablet, che addirittura registrazione un incremento nelle vendite per il trimestre in oggetto, indicando come però come la combinazione di bassi prezzi medi di vendita (necessari per contrastare gli emergenti dispositivi dal eccezionale rapporto qualità/prezzo come ad esempio quelli realizzati da società quali Xioami e Meizu) ed i maggiori costi di marketing (necessari per contrastare Apple, unico vero antagonista della società coreana) abbiano tagliato nettamente gli utili operativi della società.

Per peggiorare ancora la situazione poi la società ha già avvisato gli esperti del settore che nel trimestre in corso le vendite dell’attuale top di gamma Galaxy S5, saranno più basse rispetto alle precedenti stime.

Galaxy Note 4 per risollevarsi

Samsung ora confida che i dati possano registrare un netto miglioramento nel  trimestre appena cominciato, il tutto grazie ai possibili risultati che sarà in grado di ottenere l’atteso Galaxy Note 4, pronto ad essere distribuito in tutti i principali mercati entro il mese di ottobre.

Riuscirà il nuovo phablet top di gamma della serie Note a risollevare i risultati finanziari di Samsung?  Solo il tempo potrà rispondere a questa domanda, per cui rimanete con noi per ulteriori sviluppi.

Via

CONDIVIDI
Articolo precedenteSamsung, 11.6 miliardi di euro su una fabbrica di chip in Corea
Prossimo articoloHTC Nexus 9 ,tablet confermato da Taiwan NCC