business plan

Nel 2016 se desideri intraprendere un’attività che possa essere fruttuosa ed avere una crescita costante e duratura nel tempo, è necessario saper pianificare un buon business planCome guadagnare soldi grazie ad esso? Procedendo nella lettura troverai molte indicazioni su come destreggiarti all’interno di questa materia.

Cos’è esattamente questo business plan?

Un business plan è un documento che l’imprenditore redige per definire nel migliore modo i goals, ovvero gli obiettivi,  della propria azienda. È utile sia all’imprenditore, per dare una forma ben definita alla propria creazione, ma anche agli investitori, che avrebbero una presentazione ben strutturata dell’impresa in cui si andrebbe a investire.
Se un business plan è ben strutturato nei minimi dettagli, può rivelarsi anche un ottimo strumento per prevedere punti deboli e problemi che possono presentarsi nel corso dello sviluppo dell’impresa.

Come si possono fare soldi con un business plan?

Ciò che si richiede durante la sua stesura è il cosiddetto executive summary, una descrizione della società, una presentazione accurata dei prodotti proposti da quest’azienda, l’analisi di mercato svolta sui prodotti da immettere in commercio, la strategia del marketing, la struttura del management, il piano di realizzazione e i capitali necessari.
Tutte queste indicazioni sono valide sia per l’apertura di un’azienda fisica, sia di attività da svolgere sul web che non richiedano una sede fisica o un nucleo di addetti.
Nell’ultimo periodo sempre più persone, sia per la mancanza di lavoro sia per la ricerca di un’entrata maggiore, si rivolgono al mercato lavorativo del blogging. Anche questo tipo di attività può dimostrarsi remunerativa e permettere un guadagno sostanzioso grazie alla strutturazione di un planning efficace, che permetta al blogger di individuare le vere esigenze dei suoi lettori.

Come redigere un business plan?

In primis è molto importante la scrittura: è fondamentale presentare un documento che dimostri accuratezza durante la stesura, utilizzando un linguaggio adeguato sia relativamente al settore a cui ci si rivolge sia al consumatore a cui si desidera vendere il prodotto. Infatti, l’abuso di tecnicismi o l’adozione di un gergo propriamente tecnico può allontanare o abbassare l’interesse del consumatore dall’azienda. La chiarezza e la semplicità di linguaggio ti premieranno sia che tu presenti il tuo planning ad un investitore sia che tu lo mostri ad un possibile cliente. La sintesi può essere una competenza che può aiutarti a non cadere in discorsi ridondanti e retorici, che possano allontanare il lettore del tuo planning dal vero focus della tua azienda. E’ molto importante porre molta attenzione alle informazioni e alle probabilità di guadagni che si trasmettono attraverso il proprio planning: infatti, dimostra molta professionalità inserire all’interno di esso sia punti di forza che punti deboli per permettere ai propri investitori una visione più chiara sul prodotto. Ovviamente, con questa affermazione non si legittima la trasparenza assoluta dei propri dati perché è sempre bene selezionare con accuratezza quelli da rendere pubblici e quelli da nascondere.

Dove trovare esempi di business plan?

Il web fornisce diverse possibilità di template pre-strutturati, scaricabili da siti web come score.org oppure entrepreneur.com ed enloop.com. Inoltre, esistono anche software diversi con diverse possibilità di scelta a seconda dell’attività di cui si intende creare questo tipo di documento. E’ consigliabile fare affidamento a software per creare business plan che includano tool di previsioni e profili dell’area interessata. In questo modo si permette a chi lo sta utilizzando di trovare proiezioni finanziarie precise e capire come ottenere i finanziamenti necessari.
Ci sono anche app che ti permettono di creare facilmente il tuo business plan.
Tra queste app si trovano la Business Plan Premiere per iPad, dotata di tutorial e piattaforme che ti permettono di scrivere e condividere lo schema della tua azienda in maniera accurata e distribuirlo a tutti coloro che ne fossero interessati.
Elevatr è un’altra app iOS gratuita, strutturata come un block notes in cui è possibile tenere nota di tutte le idee che ti possono aiutare nella stesura del tuo planning.
Un’altra app molto interessante è l’app di Buona impresa, iOS e gratuita, compatibile anche con i device Android, è molto facile per quanto riguarda l’utilizzo e ti aiuta a mettere a fuoco la tua idea imprenditoriale attraverso delle domande.

Per poter utilizzare al meglio questo strumento, ci si può affidare alla guida alla stesura del Business Plan di Intraprendere.net.



Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email:


Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: