cortana

In un particolare momento storico per la tecnologia dove la salute dell’utente è al centro delle novità in arrivo con il rilascio di ogni nuovo smartphone, tablet o dispositivo indossabili, capaci di misurare l’attività finisca svolta, piuttosto che i battiti cardiaci, la pressione sanguina e molto altro, ha destato un certo clamore la scoperta, documentata in questo nostro precedente articolo, che i più avanzati assistenti vocali attualmente presenti sul mercato come Siri, Google Now o Cortana, utilissimi nel caso si chieda loro indicazioni stradali, informazioni su un determinato attore, sul ristorante al quale vorremmo cenare, non siano in grado di dare un aiuto concreto in un grave momento di difficoltà, magari a causa della depressione o dopo aver subito una violenza, ma ora sembra che Microsoft per prima abbia recepito il messaggio, andando a modificare proprio Cortana, che da oggi, a partire dalla Francia, sarà un ulteriore aiuto per le persone in difficoltà.

Se infatti Siri e Google Now rispondono con dei poco utili link a coloro che interagendo con loro pronunciano una frase come “mi voglio suicidare” od ancora “sono stata violentata”, l’assistente vocale Cortana di Microsoft, nella versione dedicata alla Francia, fornirà un numero di emergenza in grado di aiutare immediatamente la persona in difficoltà.

La speranza è che, ricordando sempre che gli amici veri ed i parenti non potranno mai essere sostituiti da un assistente virtuale, questo sia solo il primo passo e che presto Cortana integri questa utile funzionalità anche nelle versioni dedicate a tutti i singoli Paesi dov’è presente ma sopratutto che Microsoft, Apple e Google aggiornino presto i loro assistenti vocali, cercando di dare un aiuto concreto a coloro che trovandosi in difficoltà, cercheranno aiuto attraverso questi strumenti tecnologici, che ormai nel bene e nel male sono sempre al nostro fianco.

VIA