Cortana

Secondo un rapporto Reuters che cita fonti vicine alla vicenda, Microsoft prevede di offrire una applicazione stand alone per il sua assistente vocale digitale Cortana da mettere a disposizione anche dei dispositivi iOS e Android.

Cortana è attualmente disponibile su dispositivi con Windows Phone 8.1 e ovviamente sarà profondamente integrato con il prossimo sistema operativo desktop di Microsoft, Windows 10. La notizia riportata da Reuters non trova conferme ufficiali sulla possibilità di portare Cortana anche sulle altre piattaforme, ma l’amministratore delegato di Microsoft Research, Eric Horvitz, ha condiviso alcuni dei piani di Microsoft per quanto riguarda l’assistente vocale.

Secondo Horvitz, una prossima versione di Cortana sarà in grado di leggere e capire le email ricevute e quindi utilizzare, queste informazioni per dare degli avvisi agli utenti, questo a prova del fatto che Cortana viene dal progetto di intelligenza artificiale di Microsoft chiamato Einstein.

“Stiamo definendo il panorama competitivo di chi può fornire i servizi di supporto rendendo la vita più facile, tenendo traccia delle cose che completano la memoria umana in modo da aiutarci.”

ha detto a Reuters Horvitz. Sarà molto interessante poter vedere Cortana su altre piattaforme mobili, soprattutto perché sia ​​Apple sia Google hanno i loro assistenti digitali esclusivamente sulle proprie piattaforme. Siri di Apple cattura dati GPS, contatti e messaggi e utilizza il motore di ricerca Bing di Microsoft nel fornire consigli e risposte alle domande degli utenti. L’applicazione Google Now di Android è già in grado di fornire promemoria basati su informazioni da Gmail, e offre un’ottima funzione di ricerca vocale. Vedremo dunque Cortana cosa sarà in grado di fare, specialmente sulle piattaforme con sistemi diversi da Windows