scegliere un tablet

L’acquisto del miglior tablet comporta delle valutazioni molto approfondite, spesso complesse, che dovrebbero sempre partire dalla valutazione di due elementi fondamentali: budget ed esigenze personali.

Non esiste, infatti, il miglior tablet in assoluto come suggerito dai colleghi del sito Tuttoapp-android, ma esiste il dispositivo ideale per il proprio utilizzo quotidiano. Così, se col tablet ascolti musica, magari focalizzerai la tua attenzione sugli speaker; se leggi libri, punterai sulla qualità del display; se lo sfrutti per lavoro, verificherai che la batteria abbia una buona autonomia.

Sembrano ragionamenti banali, quasi ridicoli, ma non sempre è così: spesso gli utenti cercano il miglior tablet, quello più potente e performante per poi restare delusi. Vediamo, dunque, come scegliere un tablet Android per un acquisto intelligente e con un ottimo rapporto qualità – prezzo.

Come scegliere un tablet Android

La scelta di un tablet Android presuppone, come dicevo, la valutazione onesta delle proprie esigenze e del budget che si intende spendere.

Ma, inevitabilmente, ci sarà una soglia minima oltre la quale conviene non scendere. Ebbene, per me il tablet deve avere quantomeno le seguenti caratteristiche:

  • 2gb di memoria RAM.
  • una durata della batteria di 5 ore di schermo attivo.
  • un display HD da 7 pollici.
  • una garanzia da valutare prima dell’acquisto.

Presi questi come fattori minimi, si può poi passare all’analisi dei diversi elementi che compongono un ottimo tablet Android.

Dimensioni e risoluzione del display

Considerato l’uso cui solitamente è destinato un tablet, ovvero quello di leggere, navigare, vedere video e giocare, i dati relativi al display sono veramente molto rilevanti.

Così, se un tablet di piccole dimensioni è più maneggevole e meno costoso, un tablet da 10 pollici ha un presso diverso ed è meno facile da trasportare, ma assicura un’esperienza d’uso diversa soprattutto nella riproduzione video.

Nella valutazione di un display, più che la risoluzione come valore preso in termini assoluti, bisogna fare riferimento ai ppi, misura che calcola i pixel contenuti in un pollice. Così, per una semplice operazione matematica, un tablet da 10 pollici HD avrà una densità di pixel inferiore ad una tavoletta da 7 pollici con risoluzione analoga.

Display IPS o super amoled? La scelta tra i due display risponde ai propri gusti personali: la prima tipologia di pannello riproduce in maniera fedele i colori e la realtà, mentre quelli super Amoled offrono colori più vividi e luminosi, ma meno naturali.

Sistema operativo: perché Android e non Windows o iOS?

Il titolo dell’articolo già ti fa capire quale sia la mia opinione in merito: il firmware Android è quello più flessibile e personalizzabile, con il miglior rapporto qualità – prezzo.

Pensiamo, solo per esempio, al tipo ed alla quantità di applicazioni presenti su Android dove troviamo veramente tantissime soluzioni per la fruizione di video ed audio in streaming, molto più che sugli altri sistemi operativi.

Inoltre, per circa 200 euro, si può trovare un tablet veramente interessante, fluido e con una buona durata della batteria. Per nostra esperienza, invece, Windows su tablet economici risulta poco fluido e consuma tanta batteria mentre l’iPad con iOS ha un costo decisamente diverso.

Memorie RAM e ROM

Come abbiamo detto all’inizio della presente guida, la memoria RAM costituisce un elemento essenziale per la fluidità del tablet: 2gb di memoria sono il minimo essenziale per avere un dispositivo veloce e reattivo.

Per la memoria interna consiglierei 32GB, anche pensando che i tablet spesso devono ospitare molti contenuti audio – video pesanti. Ma anche questo punto dipende dalle proprie esigenze. Si potrà anche usare una micro SD dove collocare ulteriori dati.

Come scegliere un tablet: conclusioni

Ho omesso da questa mia guida la valutazione della batteria che sarà da ricollegarsi all’hardware ed al software del tablet, da valutarsi caso per caso sul campo.

Allo stesso modo ho evitato di parlare della fotocamera che, per quanto mi riguarda, riveste un ruolo secondario in un tablet.

Ci terrei a sottolineare nuovamente, invece, la necessità di valutare budget ed esigenze prima di leggere le varie guide ai migliori tablet, sicuramente molto complete.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSpeaker stereo su LG G6 grazie ai permessi di root
Prossimo articoloUno Speaker Smart si trasforma in poliziotto e sventa un caso di violenza domestica