Come mantenere le chat WhatsApp nascoste

Come mantenere le chat WhatsApp nascoste

In un periodo in cui la lotta per la privacy degli utenti è ormai all’ordine del giorno, molti sono coloro che si domandano il modo con cui è possibile tenere le chat WhatsApp nascoste per non renderle visibili a chi ci sta vicino.

A meno che sul vostro smartphone non sia integrato uno sblocco con riconoscimento dell’impronta digitale, facciale o dell’iride come avviene su alcuni dispositivi di ultima generazione, a meno che i vostri amici o familiari più vicini non conoscano comunque la sequenza di sblocco o pin alternativi per l’accesso alla vostra home page, ci sarà sempre un modo per accedere alle vostre conversazioni.

E’ proprio in questi caso che sarebbe necessario tenere alcune chat WhatsApp nascoste, magari quelle che non vogliamo possano finire sotto lo sguardo di qualcuno che si trova al nostro fianco.

Per rendere possibile tutto ciò ancora il noto servizio di messaggistica istantanea non integra delle funzioni dedicate, diversamente da come avviene già da tempo sui diretti concorrenti Telegram o Facebook Messenger.

In questo caso bisogna dirigersi verso dei metodi alternativi più o meno sicuri, ma che ci permetteranno ad ogni modo di tenere le nostre chat WhatsApp nascoste.

Archiviare le conversazioni WhatsApp su Android

Ormai da diverso tempo l’applicazione su Android, iOS e PC permette di spostare le conversazioni all’interno di un Archivio, questo non è altro che un raccoglitore su cui è possibile andare a posizionare le chat non utilizzate in modo che queste non siano visibili all’interno della lista principale.

Per rendere le chat WhatsApp nascoste con questo metodo basta aprire l’applicazione, selezionare la conversazione che vogliamo far sparire dall’elenco principale e selezionare l’icona con la freccia verso il basso che troviamo in alto a destra.

Purtroppo, però, questo metodo non è particolarmente efficace per diversi motivi:

  • l’archivio è comunque accessibile senza alcuna password, basta infatti poi recarsi in fondo alla lista principale delle conversazioni e selezionare la voce “Chat archiviate” per accedere senza alcun problema;
  • Nel caso in cui riceviate un messaggio da una delle fantomatiche chat WhatsApp nascoste, questa verrà automaticamente rimossa dall’archivio per andarsi a posizionare nuovamente in cima alle conversazioni principali;

L’unica alternativa, in questo caso e per non utilizzare applicazioni di terze parti, consiste nel bloccare l’utente protagonista della conversazione per far si che i dialoghi restino salvati, nascosti all’interno dell’archivio e che non si possa subire alcuna modifica di stato in modo automatico.

Tuttavia, scegliendo di agire nel modo precedentemente indicato, non sarà più possibile ricevere ed inviare messaggi verso l’utente bloccato e ci troviamo quindi di fronte ad un metodo poco pratico.

Per sbloccare il contatto all’occorrenza bisogna selezionare la voce Account presente all’interno delle Impostazioni dell’applicazione, e successivamente selezionare i Contatti Bloccati che troviamo su Privacy.

Archiviare le conversazioni WhatsApp su iOS

Per archiviare una conversazione su iPhone il procedimento è leggermente diverso rispetto alla piattaforma Android. In questo caso basta effettuare uno swipe da destra verso sinistra e successivamente selezionare il pulsante Archivia.

Per accedere alle conversazioni archiviate il procedimento è sempre lo stesso, tuttavia le criticità anche in questo caso sono uguali rispetto a quelle elencate prima.

Inserire un PIN di accesso WhatsApp (solo su Android)

Come accennato prima l’unico metodo effettivamente pratico per rendere le nostre chat WhatsApp nascoste è quello di utilizzare delle applicazioni di terze parti, purtroppo però si tratta di un operazione possibile soltanto su Android in quanto iOS è un sistema troppo chiuso per permettere agli sviluppatori di intromettersi sulla sicurezza dell’OS.

Le applicazioni presenti all’interno del Google Play Store, in questo caso, sono diverse ed hanno tutte lo stesso obiettivo. Ci permettono, dopo attenta configurazione, di accedere alle applicazioni da noi selezionate soltanto dopo l’inserimento di un pin, segno di sblocco o riconoscimento con impronta digitale.

Tra le migliori applicazioni disponibili troviamo Norton App Lock, estremamente sicura per il fatto di essere stata sviluppata da un team della diretta società di sicurezza informatica.

Ovviamente tra le App Simili trovate una lista interminabile di software che vi permettono di svolgere le stesse operazioni, tuttavia bisogna sempre fare attenzione altrimenti vi potreste ritrovare a fare i conti con fastidiosi banner pubblicitari troppo invadenti.

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: