Che gli Apple iPhone siano smartphone top di gamma decisamente costosi è un dato di fatto, ma nel mondo i dispositivi mobili con il marchio dalla mela morsicata non sono venduti allo stesso prezzo per via dei costi di importazione e delle imposte che naturalmente variano da Paese a Paese.

Per questo ogni anno Deutsche Bank stila una classifica delle nazioni dove il famoso device di punta del colosso di Cupertino ha un prezzo maggiore e quella relativa ad iPhone 7 vede l’Italia nella top ten.

A onor del vero, le cose sono leggermente migliorate nel Bel Paese: in base ai dati di Hightcharts, solo lo scorso settembre l’Italia era il secondo paese al mondo dove il melafonino costava di più, mentre ad oggi Deutsche Bank ci piazza “solo” al sesto posto.

La nazione dove lo smartphone di Apple costa di meno, oltre gli USA, è il Giappone oppure Hong Kong dove costa solo l’1% in più rispetto agli Stati Uniti. La classifica si è basata escludendo dal proprio calcolo gli abbonamenti e prendendo in considerazione il modello di iPhone 7 da 128 GB: i dati sono stati rilevati direttamente dal sito ufficiale di Apple in 33 paesi dove questi opera, anche se Turchia e Russia si devono considerare come “new entry”.

Forse è proprio per questo che al primo posto si trova la Turchia dove lo smartphone porta un prezzo di 1.200 $, ben il 47% in più rispetto agli States, seguito dal Brasile che in precedenza deteneva il primato, con 1.115 $ ed un +37% rispetto agli Stati Uniti e dalla Russia con 1.086 $ ed un incremento del 33% rispetto agli USA.

Ecco spiegato il perché l’Italia sia scesa così velocemente alla sesta posizione nel mondo, con un prezzo per di 995 $ contro gli 815 $ degli Stati Uniti, ovvero il 22% in più, la stessa percentuale che corrisponde alla nostra Imposta sul Valore Aggiunto, meglio nota come IVA. Coincidenza?

Di seguito l’immagine della classifica completa: