Si chiama Chromebit ed è un dongle:  un piccolo apparecchio da inserire nei dispositivi elettronici che attiva funzioni e servizi aggiuntivi.

Chromebook di Google ha appena lanciato il suo ultimo prodotto, e nonostante le sue dimensioni ridotte, (praticamente poco più grande di una Pendrive USB), ha un potenziale enorme: è un computer a tutti gli effetti, possiede i componenti interni dei portatili basati su Chrome, il sistema operativo di Google,  ma per funzionare va collegato a una tv o a un monitor via Hdmi.

La dotazione hardware è molto buona: SoC Rockchip 3288, 2 GB di RAM, 16 GB memoria interna, una porta USB 2.0, WiFi 802.11 ac, Bluetooth 4.0, e GPU ARM Mali 760 quad-core.

Google ha rivelato poco fa il nuovo dispositivo, insieme alle novità del sistema operativo Chrome, che sarà disponibile entro la fine dell’anno, supportato dall’uscita in contemporanea, di una nuova linea di computer Chromebook a basso costo

Chromebook di Google si è affidata alla casa produttrice Asus, e il Chromebit sarà disponibile in diversi colori e messo in commercio a meno di 100 dollari già dalla prossima estate. Nota da rilevare, il dispositivo ha la possibilità di snodo nella parte dell’ingresso della porta HDMI, fattore che facilita l’inserimento in apparecchi dove lo spazio disponibile è ridotto, come per esempio il retro di una Smart TV, solitamente molto vicina alla parete.