Secondo un’indiscrezione riportata sul Wall Street Journal, sembra che Google stia pensando di  integrare un ad blocker all’interno di Chrome, il suo browser per la navigazione in internet.

Sembrerebbe quasi un paradosso, dato che gran parte degli introiti di BigG provengono proprio dalle inserzioni online, eppure pare che l’iniziativa coinvolgerà sia l’applicazione per i dispositivi mobili con sistema operativo Android e iOS di Chrome, sia la sua versione Desktop per i sistemi Windows, macOS e Linux.

Finora non sono stati rilasciati ulteriori dettagli in merito ed il colosso di Mountain View non ha confermato né smentito tali rumors, probabilmente se ciò dovesse risultare veritiero l’azienda californiana potrebbe annunciare ufficialmente la novità in occasione dell’evento I/O 2017 dedicato agli sviluppatori ed in programma a San Francisco per il prossimo mese di maggio.

Tra le indiscrezioni riportate sul quotidiano americano vi è l’ipotesi che BigG possa anche scegliere di bloccare tutti i banner o messaggi pubblicitari ritenuti offensivi secondo le policy del Coalition for Better Ads.

Garantendo un servizio simile, il colosso Google potrebbe quindi  riuscire a convincere gli utenti ad abbandonare l’installazione delle estensioni o plugin di terze parti come il famoso Adblock Plus, uno degli strumenti più famosi a livello mondiale in questo settore.

FONTEFonte
CONDIVIDI
Articolo precedenteDropbox per Windows 10 CU si rifà il look con la nuova UI Neon
Prossimo articoloCompletare al 100% The Legend of Zelda: Breath of the Wild in 49 ore