In occasione del CES 2016, la Samsung rinnova la nuova esperienza delle Smart TV, con la presentazione di una nuovissima versione della Smart Hub: punterà a rendere ancora più facile scovare contenuti ed interagire tra più sorgenti.

Samsung-Smart-TV-650x245

Il nuovo Smart Hub si concentra infatti più sui contenuti piuttosto che i dispositivi come console, decoder e simili, portando il tutto in una home completamente personalizzabile per tenere in primo piano film e serie TV preferiti.

Sempre nell’ottica di unificare l’esperienza utente arriva anche Samsung Smart Control, un telecomando basato su Tizen che promette compatibilità con qualsiasi dispositivo connesso alle nuove Smart TV Samsung, siano questi set-top-box, decoder, console o lettori di Blue-ray.

La nuova UX di Samsung, sviluppata presso i laboratori Samsung Customer Experience, sarà integrata nelle nuove TV in arrivo nel 2016.

Le smart TV sono ormai computer a tutti gli effetti e come un normale PC dovrebbero consentire l’accesso a qualsiasi contenuto, indipendentemente dalla fonte. Ecco perché Samsung ha rinnovato Smart Hub per unire sorgenti e dispositivi multipli sotto un’unica interfaccia. Non è più necessario passare da un sorgente all’altra ed è possibile cercare il contenuto in modo più veloce. L’interfaccia offre anche alcune opzioni di personalizzazione, come i preferiti e l’accesso diretto ai vari contenuti.

Per la Samsung, unificare le sorgenti significa anche eliminare i telecomandi dei vari dispositivi. Smart Control Remote, basato su Tizen, è l’equivalente Samsung dei Logitech Harmony. Il telecomando universale riconosce automaticamente set-top-box, media player, lettori Blu-ray, console e altri dispositivi connessi, tra cui quelli compatibili con la piattaforma SmartThings. Le funzionalità complete non sono ancora note, ma sicuramente l’utente avrà la possibilità di aggiornare il software per aggiungere il supporto ad altri device.

Per avere un’idea più chiara di quello che potrà offrire dovremmo aspettare i dispositivi in questione, o magari qualche video che siamo certi l’azienda non tarderà a far arrivare sulla rete.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLG G3, grafica nei giochi non all’altezza dopo l’update ad Android 6.0? Ecco come risolvere
Prossimo articoloiOS 9: come nascondere le applicazioni di sistema