Carl Pei sentenzia: OnePlus 5 avrà jack audio da 3.5 millimetri. Un ritorno alle origini

    OnePlus 5 avrà una doppia fotocamera molto particolare realizzata in collaborazione con DxOMark

    Aveva fatto storcere il naso una immagine dei giorni scorsi che ritraeva in bella mostra gran parte dell’aspetto estetico di OnePlus 5 (fatta eccezione della facciata frontale, ancora <<inesplorata>> da indiscrezioni e congetture): la particolare posizione con cui lo smartphone veniva immortalato confermava una volta in più l’implementazione della doppia fotocamera nella parte posteriore – peraltro priva di bande orizzontali di antenne, come precisato ieri da un nuovo leak – focalizzando poi l’attenzione anche nei riguardi di fattori del tutto impliciti e di non poco conto collocati stavolta nella porzione inferiore, come il connettore USB Type-C, la griglia di speaker di sistema e, soprattutto, l’apparente rimozione del jack audio da 3.5 millimetri.

    OnePlus 5 come Moto Z, iPhone 7 e Xiaomi Mi6, tanto per citare alcuni degli smartphone spunti dal tradizionale ingresso a forma circolare, in luogo di un connettore (USB Type-C, per l’appunto, o Lightning nel caso dell’ultimo gioiello griffato Apple) <<all-in-one>>? Non proprio. L’ormai in dirittura (e già attesissimo) nuovo smartphone OnePlus sarà ancora dotato di jack audio da 3.5 millimetri, caratteristica quest’ultima peraltro sbandierata non troppo velatamente in occasione dell’ufficialità dell’apprezzato OnePlus 3T datata lo scorso novembre. E a decretare l’ufficialità non è una indiscrezione od immagine del caso, bensì una affermazione inequivocabile e mirata del co-fondatore della società con base operativa a Shenzhen, Carl Pei. <<Perché il jack delle cuffie ha attraversato la strada?>>, è questo l’interrogativo con vena ironica del dirigente OnePlus divulgato in queste ultime ore a mezzo Twitter.

    In soldoni, OnePlus non ha cestinato il jack audio da 3.5 millimetri, ma ha deciso piuttosto di spostarlo dalla parte inferiore (in <<stile>> OnePlus 3 e OnePlus 3T) a quella (verosimilmente, aggiungeremmo noi) superiore dello smartphone. Un ritorno al passato, se è vero che tale posizionamento ha contraddistinto ab origine lo storico OnePlus One, ma anche OnePlus 2 e OnePlus X.

    OnePlus 5 come i più vecchi predecessori, insomma, nel tentativo di migliorare ancor di più il successo raccolto in questi ultimi anni (e, in misura maggiore, a seguito del lancio di OnePlus 3 e OnePlus 3T).

    VIATwitter
    CONDIVIDI