Il nuovissimo Call of Duty: World War II è stato presentato ufficialmente soltanto poche settimane fa dalla software house Activision e Sledgehammer Games, che hanno descritto il titolo come multipiattaforma, e quindi in arrivo nelle versioni per Playstation 4, Xbox One e PC, senza nominare un possibile (e graditissimo) debutto per la nuova console Nintendo Switch.

Secondo alcuni indizi trapelati in rete, sembra che i fan della console ibrida del colosso di Kyoto possono ancora ben sperare in una versione per Switch di Call of Duty: World War II. Ad accendere l’entusiasmo è un tweet condiviso da Beenox, il team di sviluppo canadese che fa capo ad Activision e che, come ricorda anche NintendoLife, ha già lavorato ai porting di Call of Duty: Black Ops III ed è anche responsabile della Call of Duty: Modern Warfare Remastered, oltre ad aver messo le mani sulle versioni per Wii e Wii U di Skylanders: SuperCharges.

Il tweet pubblicato sul profilo ufficiale di Beenox Interactive mostra una foto dello staff accompagnata dal seguente testo: “Abbiamo ospitato due rappresentanti dell’esercito canadese per parlare della loro esperienza militare e del loro lavoro! COD”. Poche parole che suscitano un’infinità di ipotesi e congetture: perché questo incontro con l’Esercito? E come mai al termine della didascalia c’è la parola COD, acronimo di “Call of Duty”?

Tutto fa pensare proprio ad una versione per Nintendo Switch del nuovo capitolo, ma ad ogni modo l’incontro potrebbe riguardare un altro progetto, sempre indirizzato per un titolo su Switch. Non ci resta che attendere ulteriori informazioni ufficiali per scoprire cosa bolle in pentola.