supporto windowsxp

Il prossimo aprile cesserà il supporto ufficiale a Windows XP e ZoneAlarm, divisione consumer di Check Point Software, spiega come garantirsi la sicurezza.

È partito ufficialmente il conto alla rovescia per Windows XP. Microsoft ha annunciato che il supporto ufficiale per Windows XP e Office 2003 terminerà ad aprile 2014, e gli utenti sono invitati a passare ad un sistema operativo più moderno. ZoneAlarm, divisione consumer di Check Point Software Technologies, intende mettere in evidenza alcune considerazioni che potrebbero essere importanti per gli utenti.

La fine del supporto significa che Microsoft non rilascerà più patch per correggere le vulnerabilità del software. Anche se verranno riscontrati gravi problemi in XP o Office 2003, o se i criminali informatici prenderanno di mira bug precedentemente sconosciuti, Microsoft non rilascerà alcun aggiornamento dopo aprile per affrontarli. L’ultimo aggiornamento per Windows XP sarà rilasciato come parte del Patch Tuesday di Microsoft, l’8 aprile 2014.

Di seguito il comunicato ufficiale:

[toggle title=”Comunciato ufficiale ZoneAlarm su Windows XP“]

BYE BYE, WINDOWS XP: ZONEALARM INVITA A PASSARE

A UN SISTEMA OPERATIVO PIù MODERNO

Il prossimo aprile cesserà il supporto ufficiale a Windows XP.

ZoneAlarm, divisione consumer di Check Point Software, spiega come garantirsi la sicurezza

Milano, 27 marzo 2014 – È partito ufficialmente il conto alla rovescia per Windows XP. Microsoft ha annunciato che il supporto ufficiale per Windows XP e Office 2003 terminerà ad aprile 2014, e gli utenti sono invitati a passare ad un sistema operativo più moderno. ZoneAlarm, divisione consumer di Check Point Software Technologies, intende mettere in evidenza alcune considerazioni che potrebbero essere importanti per gli utenti.

La fine del supporto significa che Microsoft non rilascerà più patch per correggere le vulnerabilità del software. Anche se verranno riscontrati gravi problemi in XP o Office 2003, o se i criminali informatici prenderanno di mira bug precedentemente sconosciuti, Microsoft non rilascerà alcun aggiornamento dopo aprile per affrontarli. L’ultimo aggiornamento per Windows XP sarà rilasciato come parte del Patch Tuesday di Microsoft, l’8 aprile 2014.

“Il computer potrebbe funzionare bene e potrete essere in grado di fare tutto ciò che serve, controllare la posta elettronica, navigare sul Web , lavorare su documenti e fogli di calcolo così da essere contenti di rimanere con XP”, spiega Bari Abdul, Head of ZoneAlarm. “Il problema è che il panorama delle minacce è cambiato radicalmente, e restare con XP dopo la fine del supporto espone a un numero crescente di malware e attacchi web-based.”

Difese obsolete

Mentre Microsoft ha introdotto varie difese di sicurezza e tecnologie di mitigazione in Windows XP, non sono più sufficienti per gestire le minacce più recenti. Infatti il Security Intelligence Report di Microsoft di agosto ha osservato che i tassi di infezione malware per Windows XP sono già nettamente superiori a quelli dei sistemi moderni come Windows 7 e Windows 8. Windows XP è 21 volte più probabile che venga infettato rispetto a Windows 8, secondo le statistiche recentemente rilasciate da Microsoft. Tale numero è destinato solo ad aumentare una volta terminato il supporto di XP.

Microsoft ha altri numeri a conferma di queste preoccupazioni. Nei primi due anni a seguito del termine del supporto a Windows XP SP2, il tasso di infezione per XP SP2 era del 66 percento superiore rispetto al tasso di infezione di XP SP3, come ha scritto Holly Stuart di Microsoft  sul blog del Malware Protection Center.

Zero-Day per sempre

Gli esperti di sicurezza sono anche preoccupati che i cyber criminali potrebbero essersi fatti spazio in un arsenale di falle di sicurezza in XP che hanno intenzione di utilizzare in vari attacchi dopo l’aprile. Senza alcun aggiornamento in arrivo, gli esperti avvertono che gli utenti di XP saranno sempre vulnerabili a una nuova ondata di attacchi. Il computer sarà a rischio di malware in grado di rubare dati o danneggiare il computer.

Mentre il software di sicurezza di terze parti, come ad esempio l’antivirus, potrebbe continuare a funzionare ed essere ancora aggiornato, è importante ricordare che un sacco di malware e attacchi informatici prendono di mira i problemi di Internet Explorer e il kernel Windows . Gli strumenti di sicurezza possono bloccare  alcune minacce, ma non quelle che impattano il browser e il sistema operativo.

“Mentre i computer XP possono lavorare bene per navigare sul web, ed essere sufficienti per elaborare testi con Office 2003, il rischio di attacchi futuri è grave davvero concreto”, continua Bari Abdul. “Ci sono semplicemente più rischi che benefici nel continuare a mantenere Windows XP.”

Gli utenti dovrebbero lasciare XP, che sia aggiornando il sistema operativo, o dotandosi di un nuovo computer. È inoltre importante assicurarsi che il computer abbia il software aggiornato che funzioni con il nuovo sistema operativo , iniziando con una versione recente del software di sicurezza, come un antivirus e firewall, software di elaborazione testi , e altri strumenti come Java e Adobe Reader.

[/toggle]