bumble

Da una costola del social network Tinder, nasce Bumble, l’applicazione per le donne che cercano il principe azzurro.

Da un idea di Whintey Wolfe, una delle fondatrici del social network dedicato a single in cerca dell’amore, Tinder, nasce Bumble, applicazione che si differenzia dai concorrenti, per lasciare alle donne il primo passo per conoscere ed iniziare una conversazione con uomini e cercare così il vero principe azzurro dei propri sogni.

Come funziona

Bumble funziona in modo del tutto simile a Tinder, sfruttando il gps dei moderni dispositivi mobile per mostrare alle donne single, alla ricerca del vero amore, i contatti nelle proprie vicinanze e che ovviamente devono aver a loro volta installata l’applicazione. Quando verrà visualizzato un contatto di proprio interesse, solo ed esclusivamente le donne, potranno fare il primo passo e contattare l’uomo “scelto”, che a loro volto potranno a questo punto intraprendere la conversazione. Se nell’arco delle 24 successive alla visualizzazione del contatto, la donna non farà la prima mossa, il contatto non verrà più visualizzato.

Meno pressioni per gli uomini, sarà un successo?

Secondo l’ideatrice di Bumble, l’idea potrebbe rivelarsi vincente e favorire la nascita di nuove relazioni, consentendo alle donne di scegliere in base alle proprie sensazioni, esigenze e gusti ed agli uomini, di non sentirsi sotto pressione in quanto non si dovranno preoccupare di un possibile rifiuto ad una propria richiesta di contatto.
Al momento Bumble, nato nel 2014 ha, in solo sei mesi, permesso a qualcosa come 20 milioni di utenti di mettersi in contatto in tutto il mondo, mentre nello specifico in Italia, l’applicazione ha avuto al momento una fredda accoglienza, con circa 10.000 download all’attivo per dispositivi iOS, per i quali al momento è in esclusiva.
Riuscirà Bumble a rivelarsi un successo anche nel nostro paese e sconfiggere i canoni classici che vedono l’uomo a dover sempre fare il primo passo? Staremo a vedere, sicuri che l’arrivo dell’applicazione anche per il mondo Android, aiuterà ad accrescere il numero di single alla ricerca del vero amore, indipendentemente da chi farà il primo passo.

Nel frattempo vi lasciamo con il link per Bumble, gratuitamente e direttamente dal App Store di Apple, con la speranza che aiuterà qualche nostra utente a trovare il proprio principe azzurro.

Badge-Apple-Store

CONDIVIDI
Articolo precedenteCorte di Cassazione: per gli insulti su Facebook “la pena da applicare può essere il carcere”
Prossimo articoloSony Lavender: nuove immagini mostrano la parte frontale