bug iPhone data

Non c’è pace per Apple, che dopo l’errore 53 deve far fronte ad un nuovo bug iPhone. Quanto meno curioso, invero. Già, perché la stortura in questione è verosimilmente legata ad un malfunzionamento di iOS, il sistema operativo mobile del gigante di Cupertino, ed è per questo che ad esser affetti dal problema sarebbero persino gli iPad. Almeno quelli dotati di un chip a 64 bit sviluppato da Apple. In soldoni, basterà agire all’interno delle impostazioni del software e cambiar data in modo manuale per innescare il problema e rendere completamente inutilizzabile qualsivoglia iPhone od iPad. Non un arco temporale qualsiasi, bensì la data del primo gennaio del 1970. Un tuffo nel passato che potrebbe dunque costar caro agli utenti della <<mela morsicata>>, costretti ad un necessario intervento in assistenza per ripristinare il normale funzionamento dei propri dispositivi mobili.

La causa del bug iPhone ed iPad sarebbe da addebitare, come snocciolato in apertura, ai chipset a 64 bit, indi per cui i dispositivi affetti dalla clamorosa problematica sarebbero tutti quelli corroborati al loro interno da un processore con l’architettura di cui trattasi. Per inciso, iPhone 5S, 6, 6 Plus, 6S, 6S Plus nel caso degli smartphone, ed iPad Mini 2, iPad Air e tutti i modelli a loro successivi se spostiamo invece l’attenzione ai tablet di Apple. Il problema è stato scoperto in queste ore da un utente cinese attivo sul sito web Reddit, alle prese con un errore di visualizzazione dell’orario di iPhone equipaggiato da iOS 9.3 in versione beta.

La stortura si sta diffondendo a macchia d’olio, ed a riprova di ciò si possono far riferimento ai bug iPhone ed iPad esplosi in queste ore in rete a mezzo Twitter: qualcuno vuol evidentemente prendersi gioco di chi è meno esperto o poco informato della vicenda, spacciando il bug in questione per fantomatiche operazioni in grado di sbloccare funzionalità nascoste su iOS. Consigliamo dunque a tale stregua di non modificare la data del vostro dispositivo – specie se annoverato tra quelli menzionati in questo articolo – se tenete al suo normale funzionamento.

Nel caso in cui dovreste accorrere al problema, l’unica soluzione possibile sarebbe quella di rimuovere la batteria sul vostro iPhone od iPad e re-inserirla al suo interno. Operazione materialmente impossibile per l’utente <<normale>> (con buona pace di chi predilige che il proprio dispositivo abbia una peculiarità del genere, come sui vecchi Samsung Galaxy o sul più recente LG G4), dunque il fatidico rimedio sarebbe un necessario intervento in assistenza. Speriamo a questo punto che Apple possa intervenire e porre fine al problema. Magari nel modo più velocemente possibile, onde evitare che nuove vittime possano esser buggerate dal furbone di turno.

via

CONDIVIDI
Articolo precedenteGoogle accusata di aver evaso 227 milioni di euro in Italia, attraverso 5 manager indagati a Milano
Prossimo articoloMotorola aggiorna Moto Voice implementando interessanti novità