Bufale WhatsApp, ecco il repellente per tenere lontane le fake news

Le Bufale WhatsApp sono ormai all’ordine del giorno, notizie false, costruite appositamente per creare scompiglio e disinformazione. Il famoso applicativo verde è il più utilizzato al mondo per lo scambio di messaggi con amici e parenti, ecco perché il più amato per lo spam delle fake news. Come difendersi? Come riuscire a riconoscere le bufale e come evitarle? Ecco dei semplici consigli per riuscire a tenere sotto controllo il flusso di informazioni.

Bufale WhatsApp, quando dietro la fake news si nascondono diversi pericoli

Molto spesso a condividere le fake news e le Bufale WhatsApp sono i nostri parenti più “grandi”, quindi papà, mamma, zio, insomma, coloro che mentalmente sono più inclini a credere a tutto ciò che i loro amici e parenti inviano sulla chat. Messaggi di pericolo, catene di Sant’Antonio, offerte fin troppo vantaggiose per essere vere. Tutti segni che ciò che stiamo leggendo è effettivamente una bufala e non c’è niente di vero dietro.

Ma perché le bufale si diffondono così rapidamente nelle chat? Il motivo è semplice: dietro ci sono dei guadagni. Chi crea queste notizie lo fa con lo scopo di guadagnare. Visitare questi siti fa si che chi c’è dietro raccolga tante monetine generate proprio dalle nostre visite. Ecco quindi che per attirare la clientela vengono create news che suscitino la nostra attenzione.

Come essere certi che gli utenti clicchino sulle news? Semplice:

  • Viene spesso fatta menzione di super tasse in arrivo o il pagamento di una tantum per utilizzare WhatsApp;
  • Vengono inseriti messaggi del tipo “WhatsApp potrebbe sospenderti l’account” o cose del genere, l’utente è quindi forzato a leggere credendo che gli venga bloccato il profilo;
  • Vengono ripresi argomenti che suscitino rabbia/ansia/malcontento, qualcosa che attiri nel momento generando quindi scalpore e voglia di informare amici e parenti;
  • Vengono creati post con premi, regali, somme di denaro, qualsiasi cosa che gli utenti potrebbero ottenere con facilità senza “sbattersi” troppo.
  • Allo stesso tempo molte notizie utilizzano nomi falsi e/o errati di compagnie e o testate anche se a primo impatto potrebbero sembrare siti autorevoli.

Cosa fare quindi per evitare di cliccare subito sulle Bufale WhatsApp ed evitare di far lucrare chi c’è dietro? Semplice, seguite questi pochi e brevi passi:

  1. Non cliccate subito su tutto ciò che vi viene mandato;
  2. Guardate bene l’immagine di anteprima, spesso svela da sola le Bufale WhatsApp;
  3. Leggete bene la fonte delle notizie, se proviene da siti come www.mentospudoratamente.com (tanto per fare un esempio) c’è già qualcosa che non va;
  4. Andate ad informarvi dapprima su Google in maniera autonoma, troverete tutte le risposte ancor prima di aprire il link.

Con la speranza che quanto riportato possa esservi utile vi salutiamo, ricordandovi che questa guida non è un fake, ma una risorsa preziosa per riuscire a tutelarsi dalle Bufale WhatsApp che sono in giro.

CONDIVIDI
Articolo precedenteKaspersky Free: arriva la versione gratuita del famoso antivirus per Windows
Prossimo articoloSharp Aquos S2 anticipa iPhone 8 e Galaxy Note 8, il device con lettore di impronte nello schermo