BQ Aquaris X2 e X2 Pro semi-ufficiali: saranno smartphone Android One

BQ Aquaris X2 e X2 Pro semi-ufficiali: saranno smartphone Android One

I prossimi BQ Aquaris X2 e X2 Pro rientreranno di diritto all’interno del progetto Android One di Google. Del quale i due nuovi smartphone vogliono esser ambasciatori, nel tentativo evidentissimo di spazzar via il successo raggranellato in pompa magna da Xiaomi Mi A1.

BQ – azienda spagnola che da ormai qualche anno è impegnata nella produzione di smartphone – ufficializza quelle che saranno le peculiarità distintive dei suoi nuovi modelli di punta. Confermati nella loro esistenza – la riprova è d’altronde offerta dall’immagine che campeggia sul blog del produttore – e nella loro struttura software, senza però aprir bocca in termini di componentistiche hardware.

Una lacuna, quest’ultima, che verrà colmata durante il corso delle prossime settimane. O forse già al Mobile World Congress 2018 di Barcellona, lì dove BQ gioca proprio in casa ed è a questo punto pronta a sparigliare le carte di colossi del calibro di Samsung, Huawei e LG.

Un indizio importante è comunque offerto da GeekBench, che in queste ore ha immortalato BQ Aquaris X2 Pro con a bordo lo Snapdragon 660 di Qualcomm, accoppiato per l’occasione da 4 gigabyte di memoria RAM. Una soluzione intelligente, in grado di assicurare ottime prestazioni e un buon risparmio energetico.

C’è però una terza caratteristica che l’azienda spagnola mette in evidenza. Nessuna parola, anche qui, quanto piuttosto una inequivocabile immagine (riportata in apertura di articolo) che mostra uno smartphone (BQ Aquaris X2 Pro, per l’appunto) con cornici sottili, display con rapporto in 18: 9 e doppia fotocamera principale a collocazione verticale.

Ci sarà ad ogni modo tempo e modo di snocciolare quelle che saranno le specifiche hardware degli smartphone, sperando a questo punto che l’ufficialità possa coincidere effettivamente con l’ormai in dirittura Mobile World Congress 2018 di Barcellona.

Per il momento BQ sottolinea l’attenzione su due comparti: Android One, innanzitutto, in aderenza con l’impegno verso i propri clienti per una esperienza stock e senza troppi fronzoli, ma anche l’accordo con MediaWorld, che garantirà la possibilità di acquisto degli smartphone BQ anche presso la rinomata catena di elettronica a tinte rosse.