BlackBerry Athena è un KEYone con doppia fotocamera

BlackBerry Athena è un KEYone con doppia fotocamera

BlackBerry Athena si fa sempre più concreto, confermando per certi versi quanto vicina sia la sua apparizione ufficiale sul mercato. Lo smartphone – che continuerà il percorso impostato lo scorso anno, in ossequio alla presenza della tastiera fisica QWERTY – è infatti raffigurato da qualche ora in alcune immagini render e condividerà gran parte delle scelte estetiche dell’apprezzato KEYone. Ad incominciare dalla parte posteriore con la particolare trama per aumentare il grip (e conferire al tempo stesso un tocco di personalità ed eleganza in più), sino ad approdare alle linee decise e rettangolari, forse ora caratterizzate da una ottimizzazione più certosina degli ingombri.

L’unico elemento che potrebbe differenziare, a conti fatti, BlackBerry Athena è la fotocamera, a fronte della presenza di un modulo in configurazione doppia e orientamento orizzontale. KEYone si è atteggiato lo scorso anno come miglior smartphone BlackBerry in fatto fotografico – anche grazie al sensore posteriore ereditato direttamente dai Google Pixel – e TCL pare esser intenzionata a perseguire su questa strada.

Lo smartphone è ad ogni modo privo di lettore di impronte digitali – almeno apparentemente, dal momento che incastonato in modo del tutto corrispondente alla barra spaziatrice –  e conferma, sul dorsale destro, il pulsante configurabile via software per aprire scorciatoie o applicazioni preferite.

Nessuna menzione in termini di scheda tecnica, ma il sentore – anche alla luce delle copiose indiscrezioni dei mesi scorsi – è che BlackBerry Athena metterà in mostra il medesimo display da 4.5 pollici con particolare rapporto in 3:2 e, soprattutto, il processore Snapdragon 660 di Qualcomm, accoppiato ad almeno 4 gigabyte di memoria RAM e 64 gigabyte di storage interna. La novità software è invece legata alla presenza nativa di Android 8.1 Oreo, con le immancabili personalizzazioni BlackBerry improntate verso la produttività (si pensi, su tutti, a BlackBerry Hub, peraltro oggetto in questi giorni di importanti aggiornamenti software).

FONTE: SmartDroid