Dopo il successo di Asus Zenfone 2, la compagnia taiwanese ci riprova con una nuova incarnazione della propria gamma di smartphone dal rapporto qualità/prezzo abbastanza interessante. Stiamo parlando di Asus Zenfone 3, nella sua versione ZE520KL, un mid-range con Snapdragon 625 e 4 GB di RAM. Ma andiamolo ad analizzare nella nostra recensione completa!

UNBOXING

La confezione di questo Asus Zenfone 3 contiene un’alimentatore da 5V/2A e l’annesso cavo USB Type-C, un paio di cuffie in-ear dalla qualità nella media della fascia di prezzo dello smartphone e dei gommini sostitutivi per adattare al meglio l’apparecchio in oggetto al nostro padiglione auricolare.

DESIGN E MATERIALI

Asus Zenfone 3 stravolge lo stilema estetico utilizzato dalla compagnia asiatica fino alla scorsa generazione di device, andando verso un design dai materiali premium e dalle finiture curate. Troviamo, infatti, vetro per la parte posteriore del terminale e metallo per il frame laterale. Il tutto, però, unito alla discreta sottigliezza del cellulare, dona a quest’ultimo un particolare “effetto saponetta“, il che porta a farlo scivolare se appoggiato su postazioni leggermente inclinate.

Il design è comunque più gradevole rispetto al suo predecessore e molti sono i dettagli curati, come i pulsanti zigrinati, posti sul lato destro, ed il sensore d’impronte sulla parte posteriore del device, dove troviamo anche una fotocamera sporgente, un triplo flash LED ed un sensore per l’autofocus laser.

A completare il tutto, troviamo, sul lato sinistro l’ingresso per le due SIM, su quello superiore il microfono e l’ingresso per il jack audio da 3.5 mm, mentre su quello inferiore abbiamo la porta USB Type-C, l’altoparlante mono ed un altro microfono. Ereditati dalla precedente serie sono, invece, i tasti posti sul fronte, che nella nostra versione sono, ancora una volta, non retroilluminati. Completano la dotazione un piccolo LED di notifica ed una fotocamera da 8 Megapixel.

HARDWARE E PRESTAZIONI

Asus Zenfone 3 è un dispositivo appartenente alla fascia media del mercato e questo lo si intuisce anche dalla sua dotazione hardware. Abbiamo, infatti, un processore Qualcomm Snapdragon 625, ovvero un’unità octa-core da 2 GigaHertz, ed una scheda grafica Adreno 506. A completare la scheda tecnica abbiamo, inoltre, 4 Gigabyte di RAM e 64 Gigabyte di memoria interna, espandibile tramite MicroSD. Tutto ciò regala comunque prestazioni discrete, con qualche lag ed impuntamento sporadico nelle attività più energivore.

La dotazione hardware è poi completata da un modulo LTE da 300 Mbps, Wi-Fi ac e Bluetooth 4.0. Presente anche la radio FM, mentre il modulo NFC è assente.

Passando ad analizzare il sensore d’impronte, questo funziona anche a schermo spento e risulta essere abbastanza veloce e preciso, ma comunque non a livello dei top di gamma.

Nei nostri test con AnTuTu Benchmark, Asus Zenfone 3 ha totalizzato circa 62 mila punti, risultando in linea con gli altri dispositivi aventi medesimo processore.

CONNETTIVITÀ E RICEZIONE

Nella media della fascia di appartenenza la ricezione di questo Asus Zenfone 3, il quale gode del supporto alla doppia SIM, di cui una in formato Micro ed una Nano, a cui però si dovrà rinunciare nel caso scegliessimo di utilizzare una MicroSD per espandere la memoria. Buona anche la ricezione di GPS e Wi-Fi.

DISPLAY

Il display di questo Asus Zenfone 3 è un’unità da 5.2 pollici con risoluzione FullHD, ovvero 1920 x 1080 pixel, con tecnologia IPS. Grazie al rapporto tra risoluzione e dimensione del dispay, questo risulta essere dettagliato in ogni situazione. Anche i colori sono fedeli e bilanciati e la luminosità risulta essere alta e ottima è, anche, la regolazione automatica di quest’ultima. Come tradizione per Asus, è presente la modalità di regolazione del contrasto e dei colori, chiamata Splendid, che permette di adattare i parametri del pannello ai gusti dell’utilizzatore.

FOTOCAMERA

Asus Zenfone 3 è dotato di un modulo fotografico Sony IMX298 da 16 Megapixel con apertura focale f/2.0, dotato anche di uno stabilizzatore ottico OIS. La qualità fotografica è sicuramente interessante in situazioni di luce intensa, sebbene sia comunque lontano dai top di gamma della concorrenza. La presenza di un sensore per la messa a fuoco laser garantisce un punta e scatta abbastanza veloce e preciso. Buone anche le foto scattate con il sensore anteriore da 8 megapixel, così come le registrazioni video, possibili fino ad una risoluzione massima pari al 4K.

Sono presenti diverse funzioni nell’interfaccia della fotocamera di Asus, tra cui la modalità manuale, risoluzione super, e HDR Automatico.

AUDIO

L’audio erogato da questo Asus Zenfone 3 è abbastanza potente, perfino gracchiante in certe situazioni, sebbene sia comunque solo mono. Forse, un altro difetto che potremmo addebitare a questo smartphone è la bassa presenza di frequenze basse, il che rende il sound particolarmente metallico. Buono l’audio erogato attraverso la capsula auricolare in fase di chiamata.

BATTERIA

Grazie al processore non particolarmente energivoro, Asus Zenfone 3 si contraddistingue per la buona durata della batteria. Sebbene questa sia di soli 2650 mAh, con un uso in Dual-SIM, nella nostra giornata stress è riuscita a raggiungere le 6 ore di schermo acceso. Ciò significa che il terminale ci porterà tranquillamente dopo l’ora di cena, raggiungendo anche il secondo giorno senza particolari difficoltà.

SOFTWARE

Asus Zenfone 3 arriva con Android Marshmallow, personalizzato con l’interfaccia utente ZENUI 3.0. Sebbene si tratti di una nuova versione della personalizzazione della compagnia taiwanese, sono davvero poche le novità introdotte rispetto alla vecchia UI presente su Zenfone 2. Tuttavia, lodevole è il funzionamento e la fluidità di questa interfaccia utente, sebbene gli stilemi estetici siano comunque ancora lontani dal Material Design di “mamma Google”. Sono presenti, come tradizione Asus, diverse possibilità di personalizzazione del sistema, come le svariate impostazioni del launcher, del font e così via.

Muoverei una critica verso Asus per quanto concerne l’esorbitante numero di applicazioni installate di sistema come MiniMovie, Do It Later, Puffin, Sim City e via dicendo.

CONCLUSIONI

Per tratte le conclusioni della recensione di questo Asus Zenfone 3 (ZE520KL) bisogna assolutamente partire dal presupposto che non stiamo parlando di un top di gamma. Considerandolo esattamente per quello che è, e per ciò che offre, possiamo sicuramente promuovere questo terminale, tenendo comunque sott’occhio sia i pro che i contro. Certamente stiamo parlando di un buon device, consigliato per coloro che vogliono uno smartphone abbastanza compatto e dalle buone doti di autonomia, mentre non è proprio il primo della classe a livello prestazionale. Bisogna tener conto, inoltre, che in questo segmento la concorrenza, sopratutto cinese, è molto agguerrita e, dunque, Asus Zenfone 3 non avrà vita facile.

CONDIVIDI
Articolo precedenteUltime ore per approfittare della super offerte Sky
Prossimo articoloApp gratuita della settimana: Vantage Calendar
  • Giuseppe Marchese

    La recensione su asus zenfone 3 è tutta sbagliata punto primo non è quad core ma è octacore la cassa non è mono ma tecnologia sound HD super

    • Francesco Lisi

      Ti ringrazio per averci fatto notare queste piccole imprecisioni. Tuttavia, credo che esordire con un “tutta sbagliata” solo perché al posto di octa-core ho inserito quad-core, sia totalmente sfuorviante, dato anche il lavoro e la cura che noi di keyforweb.it mettiamo nelle nostre cose. Inoltre, in uno spirito di correzione fraterna, mi permetto di criticare il tuo commento nella parte audio, in quanto l’audio, sebbene con tutte le funzioni e caratteristiche inserite da Asus, sempre mono è!

  • Mose Carlessi

    Personalmente sconsiglio vivamente di comprare patacche asus, il mio zenfone 3 deluxe si è guastato per difetto di fabbrica in poco tempo e mi sono accorto di come non esiste in realtà un servizio assistenza ma semplicemente una parodia e un servizio clienti il cui unico scopo è prenderti per il sedere raccontandoti per tre settimane che sono in attesa di un pezzo di ricambio, evidentemente spedito a dorso di cammello per la via della seta.
    Dopo tre settimane di vana attesa ho preteso la restituzione nello stato di fatto, guasto, onde avvalermi della garanzia del venditore altro buffone (cioppishop).
    Posti di fronte all’alternativa di dover sostenere la cosa davanti al Giudice di Pace Asus si dichiara disponibile a restituire quanto da me speso per quel catorcio, compilo la noiosa documentazione e la invio, costoro si riservano massimo 14 giorni dal ricevimento della documentazione per dar corso al rientro della sola travestita da smartphone e quindi ulteriori 30 giorni per acreditare il maltolto.
    I 14 giorni trascorrono e chiaramente i pataccari non si fanno più vivi, ulteriore dimostrazione di quanto siano per nulla seri e di quanto se ne freghino dei consumatori e dei relativi diritti.
    Non esito a definirli dei veri cialtroni, privi di scrupoli e in malafede, posso dimostrare quanto sostengo con documenti alla mano.
    Volete un consiglio? Non comprate le patacche asus solo lustrini e paillettes nulla di veramente valido, le tipiche cinesate nel senso più deteriore del termine.