ASUS ZenFone 3 Deluxe

ASUS ZenFone 3 Deluxe torna mestamente al centro della scena in ossequio al rilascio di un nuovo aggiornamento software. Il produttore taiwanese, archiviata l’esperienza CES 2017 di Las Vegas (che ha partorito, tra le altre cose, il già atteso ZenFone 3 Zoom), continua a lavorare alacremente per supportare e risolvere le problematiche inerenti i propri dispositivi di punta. E così, dopo l’avvio delle manovre di rilascio – seppur circoscritte al momento al solo territorio delle Filippine – di Android 7.0 Nougat per ZenFone 3, ad essere interessata a nuove release software è stavolta la versione Deluxe della nuova gamma di smartphone ASUS presentata lo scorso maggio al Computex 2016 in scena a Taipei.

ASUS ZenFone 3 Deluxe si aggiorna dunque alla versione 12.40.108.17, le cui novità, changelog alla mano, possono essere catalogate sotto tre diverse accezioni: nuova modalità audio denominata <<Pure Mode>>, tutorial per l’utilizzo del tag NFC e, soprattutto, miglioramenti al touchscreen. Il nuovo aggiornamento è stato rilasciato ufficialmente a mezzo OTA (Over The Air) il nove gennaio (ieri, ndr) ed è atteso per tutti i dispositivi a far data dalle prossime ore.

Il primo elemento distintivo è dunque la nuova modalità audio <<Pure Mode>>, presente all’interno di Audio Wizard e disponibile non appena si collegano allo smartphone gli auricolari. Tutorial avente ad oggetto l’utilizzo del tag NFC a parte, è sicuramente meritevole di attenzione il terzo elemento dell’update: il miglioramento della stabilità del touchscreen per ASUS ZenFone 3 Deluxe, evidentemente in risposta alle richieste degli utenti emerse nel corso di queste ultime settimane.

Come avviene di solito con il rilascio OTA (Over The Air) di nuovi aggiornamenti di sistema, è possibile che l’update venga notificato soltanto nelle prossime ore/giorni. Nel frattempo potete ad ogni modo controllare manualmente la presenza di nuovi aggiornamenti sullo smartphone, recandovi all’interno delle impostazioni e scorrendo alla voce aggiornamenti di sistema.

via

CONDIVIDI
Articolo precedenteStreaming On Demand in forte crescita in Italia
Prossimo articoloRussia bandisce anche l’app mobile di LinkedIn