OS X El Capitan sarà disponibile dalle 19 di questa sera: ecco tutti i consigli per prepararsi all’aggiornamento dei propri desktop e laptop targati Apple.

ElCapitanInterfaceLauncher

Giornata di novità per i tanti possessori di un Mac: come già annunciato ufficialmente da Apple ieri, a partire dalle 19 di oggi, sarà disponibile OS X El Capitan, il nuovo sistema operativo. Ecco una rapida guida per prepararsi all’Upgrade, scoprire le novità e conoscere quali sono i dispositivi compatibili.

Rimane più o meno identico l’aspetto esteriore con il classico look & feel minimalistico già visto su Yosemite ma con l’aggiunta di un font di sistema ridisegnato. Niente di particolarmente rilevante quindi, se non in dei piccoli dettagli. Fra le modifiche immediatamente visibili l’introduzione di una funzionalità “Find My Cursor” che fa esattamente quello che il suo nome promette: se per caso non riusciste a ritrovare il cursore sullo schermo (?) è sufficiente agire sul trackpad strofinando le dita avanti e indietro affinché il cursore diventi abbastanza grande da essere visibile. Fra le funzionalità più evidenti e attese, compare lo split screen, ovvero la possibilità di utilizzare più applicazioni affiancate agganciandole ai bordi dello schermo: anche in questo caso però, nessuna inedita novità. Si tratta infatti, di una funzionalità già vista sia dagli utenti Windows sia dagli utenti Apple sui sistemi mobile. In ogni caso si tratta di una miglioria importante che allinea OS X agli altri sistemi operativi disponibili sul mercato.

Continua l’evoluzione di Spotlight, il sistema di ricerca di OS X, che oltre alla possibilità di mostrare risultati da Wikipedia come già accadeva in Yosemite, risponde ora anche su altri argomenti come Sport e Meteo e mercato azionario. Spotlight inoltre è ora in grado di comprendere anche il linguaggio naturale.

Per quanto riguarda Safari, le novità riguardano le “pinned tab” ovvero la possibilità di fissare le tab in alto nel browser in modo da trovarle già disponibili alla successiva riapertura del browser. Introdotto anche un pulsante per spegnere l’audio.

Di sicuro molto migliorate le mappe, che ora comprendono metropolitana, autobus, traghetti e treni. Purtroppo tutto ciò è disponibile per poche città del mondo e nessuna città italiana compare fra quelle gestite dalle mappe di Apple.

Nuovo restyling dell’App Notes, che ora consente di aggiungere elementi multimediali ad una nota: foto, video, PDF e clip audio. Inoltre le note possono essere condivise da molte applicazioni presenti nel sistema come ad esempio Safari.

Miglioramenti notevoli nelle performance. El Capitan promette di essere molto più veloce di Yosemite. Apple ha lavorato molto per rendere il sistema operativo più reattivo e parte di questo miglioramento nelle performance è dovuto all’introduzione del nuovo engine grafico Metal. Apple sostiene che Metal è in grado di visualizzare una pagina web con un guadagno in velocità di circa il 40% rispetto a Yosemite.

Molte novità insomma,come descritte dalle parole del Senior Vice President Software Engineering di Apple, Craig Federighi, in occasione dell’annuncio del nuovo sistema operativo per Mac:

Le persone amano usare i loro Mac e una delle ragioni principali è proprio OS X con la sua potenza e facilità d’uso. El Capitan perfeziona l’esperienza Mac e migliora le prestazioni in tanti piccoli modi che fanno una grande differenza. Il riscontro ricevuto dal nostro programma beta OS X è stato incredibilmente positivo e pensiamo che i clienti ameranno i loro Mac ancora di più con El Capitan.

Ecco la lista dei device compatibili con OS X El Capitan:

  • iMac (metà 2007 o più recenti)
  • MacBook (13 pollici, fine 2008), (13 pollici, inizio 2009 o più recenti)
  • MacBook Pro (metà 2009 o più recenti), (15 pollici, metà/fine 2007 o più recente), (17 pollici, fine 2007 o più recenti)
  • MacBook Air (fine 2008 o più recente)
  • Mac Mini (inizio 2009 o più recente)
  • Mac Pro (inizio 2008 o più recente)
  • Xserve (inizio 2009)

Per effetturae l’aggiornamento gratuito di El Capitan, è sufficente collegarsi al Mac App Store ed effettuare il download gratuito tramite la schermata “Aggiornamenti”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMight e Magic Heroes VII: trama e caratteristiche
Prossimo articoloApple iPhone 6S Plus, prime prove con video 4K