Da un progetto di un ricercatore di Stanford nasce Nixie, piccolo quadricottero che si può indossare come un braccialetto per poi liberalo in aria e scattare selfie di sicuro effetto.

Chi adora i selfie, avrà sicuramente avuto a che fare con il cosiddetto problema delle “braccia corte”,  che in tante occasioni ha impedito di effettuare lo scatto perfetto non permettendo di inquadrare lo sfondo alle proprie spalle e probabilmente anche pensando ad una soluzione a questo problema, il ricercato di Stanford, Christoph Kohstall, con i propri amici e collaboratori Michael Niedermayr e  Jelena Jovanovic ha progettato Nixie, un bracciale indossabile che una volta lanciato in aria spiegerà le sue quattro ali con eliche ed attivando la fotocamera integrata, permetterà di effettuare scatti multipli seguendo in automatico l’utente per poi ritornare al suo polso quando richiamato.

Il progetto Nixie vince premi già prima dell’arrivo sul mercato

Nixie è ancora semplicemente un prototipo ma può già annoverare l’arrivo nella finale del concorso Make It Wearable, ideato da Intel e dedicato proprio al neonato settore dei dispositivi indossabili, incassando un premio di 50 mila dollari, che potrebbero diventare ben 500mila in caso di vittoria nella finale che si terrà il 3 Novembre prossimo.

Durante il concorso è stato mostrato un video di presentazione del progetto dove è possibile ammirare Nixie durante l’utilizzo in situazioni estreme e particolari, come durante un arrampicata o durante una corsa in bici in un bosco e che mostrano come il mondo dei selfie, potrebbe cambiare con l’arrivo sul mercato del prodotto.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBloccato l’accesso al social network Instagram in Cina per le proteste di Hong Kong
Prossimo articoloFacebook presenta Atlas, nuova piattaforma pubblicitaria