apple watch

Apple Watch, il nuovo smartwatch targato Apple, è dotato in tutte e tre le varianti disponibili di 8 GB di memoria interna. Ecco come viene suddivisa e gestita.

Durante l’evento di Lunedì 9 Marzo, Apple ha presentato il proprio primo smartwatch, Apple Watch, svelando diverse caratteristiche tecniche del prodotto e confermando che le tre varianti, Sport, Watch ed Edition, saranno equipaggiate con 8 GB di memoria interna: analizziamo come verrà suddivisa e gestita dal dispositivo.

Apple Watch consentirà agli utenti di sfruttare 2 degli 8 GB di cui il dispositivo è dotato per salvare la propria musica preferita e riservando 75 MB per le foto. E’ importante precisare che Apple Watch consentirà di ascoltare la propria musica preferita in modo del tutto indipendente da iPhone: ad esempio, sarà possibile andare a correre, lasciando a casa il proprio iPhone ed utilizzando esclusivamente lo smartwatch come lettore musicale.

2 GB di musica ed accesso allo streaming da iPhone

I 2 GB riservati per il salvataggio della musica, consentiranno approssimativamente di immagazzinare circa 200 brani di buona qualità sul dispositivo, che non saranno paragonabili allo spazio offerto da un iPod, ma comunque sufficienti per diverse ore di ascolto. Ovviamente se accoppiato con un iPhone. sarà possibile ascoltare la musica salvata su questo, tramite streaming Bluetooth. La gestione dei brani sincronizzati tra iPhone, iPad ed Apple Watch sarà gestibile attraverso il nuovo sistema operativo iOS 8.2.

La gestione delle foto

Nonostante 75 MB di spazio riservato alle foto possa sembrare davvero poco, in realtà non è così: la gestione delle foto sarà a carico di iCloud Photo Library, che trasferendo le immagini nello smartwatch si occuperà, in modo del tutto automatico, a ridimensionarle, così da adattarle al display di Apple Watch e con conseguente enorme risparmio in termini di spazio occupato. Una stima approssimativa indica che adottando questa modalità, sarà possibile immagazzinare oltre 100 foto nei soli 75 MB a disposizione nel dispositivo.

Gli altri 6 GB

I restanti 6 GB non saranno visibili agli utenti e saranno riservati in parte per il sistema operativo OS e le applicazioni di sistema dello smartwatch, mentre la maggior parte rimarrà a disposizione per il salvataggio dei dati delle applicazioni, le impostazioni e per il sistema di cache interno, indispensabile per garantire ottime prestazioni al dispositivo.

In futuro poi, con l’arrivo del kit di sviluppo destinato ai programmatori, di cui Apple ha confermato l’arrivo ormai prossimo, questo spazio sarà utilizzato anche per salvare applicazioni di terze parti, che attualmente risiedono sull’iPhone associato all’Apple Watch ed inviate temporaneamente all’orologio solo quando utilizzate.

Nonostante quindi 8 GB di memoria possano sembrare pochi, Apple è riuscita ad ottimizzarli al massimo, senza costringere l’utente a particolari rinunce.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLG G4, nuove immagini mostrano frontale e cornice del dispositivo
Prossimo articoloDatagate, Wikimedia denuncia NSA e Dipartimento Giustizia USA