Apple Watch

Trasformare un Apple Watch in uno strumento di rilevazione del glucosio nel sangue: la tecnologia al servizio dell’uomo non solo per mero divertimento ma per un impegno sociale lodevole (senza perdere di vista il lato remunerativo), questo il lavoro che da anni veniva segretamente coltivato da Apple. Si pensi che nel mondo sono ben 415 milioni i malati con una diagnosi di diabete conclamata, un gran bacino di possibili utenti, che vedrebbero la fine del calvario dei loro test invasivi.

Con questa tecnologia potrebbe essere sufficiente esporre la pelle ad un raggio di luce per conoscere subito, direttamente sul proprio device, il livello di glucosio presente nel sangue. Un desiderio auspicabile da tutti gli affetti da diabete, che giornalmente e più volte al giorno si vedono costretti  a pungersi i polpastrelli per tenere sotto controllo la loro malattia. Questo sogno potrebbe avverarsi se Cupertino riuscirà a rendere concreto il progetto innovativo a cui lavora da almeno 5 anni.

Ci sono stati in merito dei progressi piuttosto incoraggianti, visto che Apple ha in concreto assunto dei consulenti per muoversi più agevolmente lungo il processo tortuoso e ottenere l’approvazione dell’FDA. Occorre superare problematiche circa l’uso dei sensori ottici per leggere il glucosio nel sangue, ma con un orologio simile i diabetici tirerebbero un sospiro di sollievo e cambierebbe molto la loro qualità di vita. Sono stati circa 11,9 milioni gli smartwatch Apple venduti nel 2016 in tutto il mondo:  fare arrivare un tale device al polso di 415 milioni di ammalati diagnosticati (3,7 solo in Italia) sarebbe un colpo da maestro.

 

FONTEFonte
CONDIVIDI
Articolo precedenteSamsung Galaxy S8 ottiene subito un incredibile record
Prossimo articoloMicrosoft Project Scorpio, prime immagini e caratteristiche grazie al dev kit