Dopo l’euforia iniziale, le vendite di Apple Watch sono crollate dell’85% in poco tempo. Apple Watch Flop? Forse è presto per dirlo, ma i dati di vendita continuano ad essere negativi…

Non sono dati stilati dalle transizioni vere e proprie, ma secondo i dati elaborati da Slice, inferiti attraverso il monitoraggio delle ricevute digitali di acquito di un campione di due milioni di acquirenti di siti di ecommerce: 85% in meno di vendite dalla data di lancio. Dati che sembrerebbero annunciare un flop mai vissuto finora dalla casa di Cupertino, ma la stessa casa non sembra molto preoccupata.

Eppure non è nuova la Apple a crolli del genere: nonostante gli amanti della mela difendano a spada tratta ogni dispositivo di Cupertino, è sufficente analizzare i dati di vendita degli altri device della stessa casa già usciti in commercio : l’ultimo modello, iPhone 6, ha venduto nel weekend di lancio 10 milioni di unità, stabilendo l’ennesimo record surclassando Samsung e gli altri brand asiatici basati su Android. Quattro mesi dopo, le vendite pari a 3,3 milioni al giorno del primo weekend (3 giorni), sono scese 828 mila unità al giorno. Un calo dell’83%, molto vicino al’85% del presente crollo di iWatch.

031504045550applewatchapps

C’è da specificare però, che i dati messi  a disposizione, sono forniti da Slice, quindi indiretti, e forse meno attendibili di quelli reali e inconfutabili di vendita vera e propria. Come già detto, la stessa Apple non sembra molto preoccupata, secondo tutti gli analisti della mela, l’ iWatch conquisterà in ogni caso il vertice nelle vendite degli orologi multimediali, che viene valutato per quest’anno tra i 15 e i 45 milioni di unità. Per avere un dato attendibile su Apple Watch, occorrerà quindi aspettare il 21 luglio, quando la Apple stessa, rilascerà i propri dati trimestrali reali, e solo allora si potrà mettere a paragone le due statistiche stilate, e capire il vero successo,o un eventuale Apple Watch Flop, del nuovo dispositivo indossabile.