Siri

Siri, Cortana, S Voice e tutti i più famosi assistenti vocali erano stati “accusati” di non essere di grande aiuto in alcune situazioni di pericolo (rapimenti, abusi, violenze). Ora, però, non si può dire la stessa identica cosa. Per quale motivo? A quanto pare, Apple ha aggiornato il proprio assistente vocale rendendolo ora in grado di fornire maggior aiuto a chi si trova in situazioni difficoltose.

Siri ora può essere di grande aiuto

Le accuse contro Apple e tutte le altre big della tecnologia mondiale, erano state mosse dopo la pubblicazione di una ricerca condotta dalla JAMA Internal Medicine. Ora, però, Apple ha annunciato che a partire dal 17 marzo, Siri è stato migliorato. Grazie ad un aggiornamento, l’assistente vocale di Apple è in grado di fornire risposte più pertinenti a chi ha subito una violenza di qualsiasi tipo.

Chiedendo aiuto a Siri, infatti, appariranno alcuni link ad alcune associazioni che saranno in grado di dare una mano a chi si trova in difficoltà. La società di Cupertino, prima ancora di aggiornare Siri, ha contattato numerose associazioni per chiedere quali sono le frasi maggiormente utilizzate dalle vittime di violenze per chiedere aiuto. Apple ha poi implementato nell’algoritmo del proprio assistente vocale il riconoscimento di queste frasi. L’aggiornamento, almeno per il momento, riguarda soltanto gli utenti USA.

Via