cuffie AirPods

Le nuove cuffie AirPods si candidano ad esser l’accessorio Apple più venduto dell’ultimo periodo. Forse anche più di Apple Watch series 2, secondo il recente pensiero degli analisti. Il successo raggranellato dagli auricolari wireless di Cupertino – presentati in perfetta simbiosi con iPhone 7 e 7 Plus – sembra esser inequivocabile e tale da far slittare la messa in commercio. <<La risposta dei consumatori verso AirPods è stata incredibile. Non mettiamo in spedizione un prodotto che non è pronto, e abbiamo bisogno di un po’ di tempo prima che le cuffie siano pronte per i nostri clienti>> è il laconico commento proveniente dal quartier generale di Apple, in risposta ad alcuni interrogativi legati all’uscita sul mercato dell’atteso accessorio.

Non sappiamo se le problematiche incorse siano di tipo hardware o software, ma dalle parole di cui sopra si evince una situazione in stallo e in continua evoluzione. Plausibile che Apple abbia riscontrato qualche bug in fase di pre-produzione, fattore quest’ultimo che ha provocato, quasi ad effetto domino, lo slittamento dell’originaria data di commercializzazione prevista entro lo spirare del mese di ottobre.

Il gigante californiano sembra creder molto sul progetto AirPods, che condensa svariate tecnologie e funzionalità di ultima generazione: si pensi, su tutti, al nuovo chip Apple W1, che permette la riproduzione di audio in alta qualità senza impattar troppo sui consumi e sulla durata della batteria. I sensori ottici e un accelerometro di movimento rilevano inoltre il contatto con l’orecchio, cosicché il chip W1 possa attivare automaticamente il microfono e indirizzare l’audio verso gli auricolari.

Il prezzo di listino di AirPods non è propriamente dei più economici (179 euro), eppure secondo un recente sondaggio sarebbe forte la richiesta dei consumatori. Anche più di Apple Watch series 2. Vedremo ad ogni modo in prosieguo quali saranno gli sviluppi in merito e quale sarà la data di uscita dei nuovi auricolari wireless di Cupertino.

via