Sembra che Apple non piaccia molto il messaggio che le applicazioni anti-virus, sul suo App Store, possano passare ai suoi utenti, messaggio che indicherebbe iOS 8.2 non abbastanza sicuro – un invito pertanto a scarica applicazioni antivirus o anti-malware.

E’ questo il motivo che ha portato Cupertino a rimuovere gli antivirus e le applicazioni anti-malware dal suo Apple Store, o almeno questo è come sembra. Lo sviluppatore di VirusBarrier, riporta che Apple ha tolto la sua applicazione dallo Store con la scusa di avere una descrizione fuorviante, ma un tentativo di ri-caricare il software, con una diversa descrizione, più chiara, è stato bloccato.

Secondo lo sviluppatore stesso, questo è successo anche ad altre aziende che forniscono soluzioni antivirus per l’App Store. A quanto pare, Apple non vuole credere che gli utenti iOS 8.2 pensino di avere delle vulnerabilità all’interno del loro sistema operativo. Purtroppo, VirusBarrier, come anche altre applicazioni, in realtà analizzano e-mail e file su cloud, non il dispositivo iOS in sé, quindi uno strumento sicuramente utile anche a detta dei suoi utilizzatori.

VirusBarrier, secondo il suo sviluppatore, continuerà a ricevere gli aggiornamenti finché sarà presente sui dispositivi; effettuando un ripristino dati di fabbrica o la rimozione dell’app, questa verrà persa.

Apple avrà anche le sue ragioni “maniacali”, ma negli ultimi tempi sentir parlare di WireLurker, Masque Attack, e xagent – che sono software in grado di infettare un iPhone non-jailbroken – di certo non ci fa stare molto tranquilli.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLumia 640 XL in arrivo presso i primi store online
Prossimo articoloLumia 435 vs Lumia 735, il video confronto di KeyforWeb