Apple MacOS High Sierra

Annunciato da Apple nel corso del WWDC lo scorso giugno e testato per mesi in versione beta da un numero ristretto di utenti, il nuovo MacOS High Sierra è finalmente pronto e il colosso di Cupertino rilascerà la versione finale il prossimo 25 settembre 2017.

Tra i principali aggiornamenti di High Sierra spicca il nuovo filesystem APFS di Apple, che dovrebbe liberare spazio sul proprio Mac, velocizzare alcune attività e semplificare i backup. Inoltre, è presente il nuovo codec video HEVC che riduce le dimensioni dei video e il supporto esterno per GPU e VR. È la prima volta che Mac riceve il supporto VR e quest’ultimo è compatibile con SteamVR e i visori HTC Vive VR.

Inoltre, High Sierra presenta miglioramenti per applicazioni e utilità come Foto, Safari, Mail, Note, Siri e Spotlight. Ad esempio, è ora possibile bloccare la riproduzione automatica dei video all’interno del browser Safari grazie alla nuova funzione chiamata “Autoplay Blocking“, mentre Siri ora è in grado di rispondere alle curiosità sul mondo della musica e di realizzare playlist personalizzate basate sulle preferenze musicali dell’utente.

Come tutti gli aggiornamenti macOS, High Sierra è gratuito. La nuova versione è compatibile con qualsiasi Mac realizzato dal 2009, anche se alcune modifiche a questo sistema operativo potrebbero causare qualche problema con le applicazioni più datate. Le vecchie versioni dei programmi Apple Final Cut e Logic, ad esempio, non sono compatibili.