Apple conferma un problema su alcuni moduli per il Face ID

Apple conferma un problema su alcuni moduli per il Face ID

Apple ha recentemente confermato un problema che colpisce alcuni moduli TrueDepth causando malfunzionamenti al Face ID. La stessa azienda ha infatti inviato un documento ufficiale a tutti centri di riparazione verificati illustrando il problema e invitando gli ingegneri ad effettuare gratuitamente alcune analisi.

Dopo la procedura di diagnostica infatti, se il problema appare effettivamente presente sul singolo dispositivo si dovrà optare per la riparazione della fotocamera posteriore, in quanto collegata direttamente con il modulo frontale, necessario appunto per il perfetto funzionamento del riconoscimento facciale avanzato di Apple.

Apple sostituirà gli iPhone X con Face ID danneggiato

Se tale procedura non dovesse bastare, l’ultima spiaggia sarà quella della sostituzione dell’intero prodotto. Tutti i Genius sono stati infatti avvisati della problematica e saranno “costretti” a fornire un iPhone X rigenerato e perfettamente funzionante con le stesse caratteristiche dello smartphone originale.

Già in passato l’azienda di Cupertino si è ritrovata ad effettuare riparazioni del Face ID operando direttamente sul modulo fotocamera posteriore, di conseguenza non è un caso che la prima riparazione scelta da Apple sia legata proprio a tale componente. I dispositivi “infettati” dal problema non sembrano essere molti, ma questo potrebbe essere comunque causato dal troppo utilizzo, visto che solo ora è stato effettivamente riconosciuto dalla società statunitense. Se doveste riscontrare qualsiasi tipo di problema, il consiglio è quindi quello di recarvi in centri verificati e controllare tramite test diagnostici l’eventuale presenza del malfunzionamento.

FONTE: 9to5mac