Apple porta a casa le punte di diamante Google e Amazon

Apple porta a casa le punte di diamante Google e Amazon

Apple sta investendo tantissime energie per riuscire a realizzare entro la fine dell’anno nuovi iPhone davvero eccellenti. iPhone X è stata la chiara dimostrazione di cosa è capace di fare la compagnia, tuttavia il prezzo relativamente alto e molti problemi software hanno frenato la maggior parte degli acquirenti ad effettuare il salto.

In tantissimi considerano ancora oggi iOS 11 una beta, sebbene il software abbia ormai raggiunto una certa maturità. L’obiettivo è comunque quello di continuare a migliorare nel futuro, per farlo la casa californiana non guarda in faccia a nessuno. Recentemente figure di rilievo provenienti da Google ed Amazon sono entrate a far parte del team di casa Cupertino.

Apple ruba personale a Google e Amazon

logo amazonGirava voce che personale proveniente da Google ed Amazon fosse entrato ufficialmente nel team di ingegneri Apple. Oggi la casa conferma tutto ai microfoni di Bloomberg. La prima acquisizione è stata John Giannandrea all’inizio della settimana. Si tratta di un pezzo grosso di Google che ha contribuito enormemente all’implementazione della AI all’interno dei prodotti di Google.

“Il signor Giannandrea, un nativo della Scozia di 53 anni, noto ai colleghi come “JG”, ha contribuito alla diffusione e all’integrazione dell”intelligenza artificiale in tutti i prodotti Google, tra cui la ricerca su Internet, Gmail e il suo assistente digitale, soprannominato l’assistente di Google.”

Google
Google

Immaginiamo quindi che l’obiettivo sia quello di migliorare all’ennesima potenza Siri e le sue funzionalità. La seconda e più recente acquisizione vede protagonista Jon McCormack.

“Jon McCormack ha guidato il software per HP Inc., secondo il suo profilo LinkedIn. In precedenza era un dirigente del gruppo Advanced Technology and Products di Google. Ha trascorso diversi anni presso Amazon.com Inc. come chief technology officer del gruppo di dispositivi e vicepresidente del software per i gadget Kindle. Accanto al suo lavoro tecnico, McCormack ha co-fondato un’organizzazione che aiuta a gestire le scuole in Kenya.”

Quello che sta facendo quindi Apple è molto chiaro. L’idea è quella di riuscire a migliorare ed affinare le prestazioni di iOS e magari preparare un salto qualitativo maggiore con l’arrivo della prossima versione, ovvero iOS 12. La prossima versione del sistema operativo sarà presentata ufficialmente il prossimo 4 giugno. Le date della WWDC 2018 sono infatti ormai note.

iOS 12: le novità

iOS 12Di recente poi, grazie al web abbiamo avuto modo di apprezzare quello che potrebbe esse l’aspetto estetico del prossimo Major Update. Tra le caratteristiche più richieste vi è di certo la Dark Mode. Grazie a questa particolare modalità e soprattutto grazie al pannello OLED di iPhone X potrebbe avere un senso.

Si parla dell’introduzione di questa particolare modalità ormai da mesi, se non anni, ma non è mai arrivata ufficialmente. Possiamo notare poi come un’altra delle caratteristiche più richieste sia l’introduzione dell’Always On Display. Grazie all’AOD gli utenti potranno tenere sempre sotto controllo alcune informazioni senza la necessità di andare a sbloccare lo schermo.

In ogni caso la parte fondamentale è l’ottimizzazione. Aggiungere tutte queste novità e poi ritrovarsi un iOS 12 pieno di problemi non è l’ideale. Speriamo quindi che le nuove assunzioni di Apple possano contribuire in maniera significativa al miglioramento dell’intero S.O. Per dare uno sguardo ravvicinato a quelle che potrebbero essere le novità più interessanti del prossimo Major Update vi invitiamo invece a visualizzare il nostro precedente articolo qui presente. Troverete all’interno un video dettagliato contenente tantissime informazioni. Continuate a seguirci.

Fonte | BloomBerg
Via | 9To5Mac

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: