Apple passa da Bing a Google per i risultati di ricerca di Siri

Apple passa da Bing a Google per i risultati di ricerca di Siri

Il colosso Apple ha deciso di cambiare il motore di ricerca web predefinito all’interno di Siri, passando da Bing a Google.

La motivazione principale di Apple per cambiare i risultati di ricerca da Microsoft Bing a Google è la semplice coerenza:  Safari su Mac e iOS utilizzano già Google come motore di ricerca predefinito e questa modifica ora rispecchierà i risultati ottenuti quando si utilizzano Siri, la barra di ricerca iOS o Spotlight.

“Passare a Google permetterà a questi servizi di avere un’esperienza di ricerca web coerente con l’impostazione predefinita in Safari. Abbiamo rapporti solidi con Google e Microsoft e continuiamo a impegnarci per offrire la migliore esperienza utente possibile”, si legge una dichiarazione ufficiale di Apple.

I risultati della ricerca includono regolari “link web” e risultati video che verranno direttamente da YouTube, mentre i risultati delle immagini web di Siri proverranno ancora da Bing, almeno per il momento.

Come ci si aspetta da Apple, le ricerche e i risultati sono tutti criptati e resi anonimi e non possono essere attribuiti a nessun singolo utente. Una volta cliccato sul link “Mostra risultati di Google” si applicherà il tracking standard cliccando direttamente sul risultato di un sito web, non tramite Google, ma direttamente sul sito.

Un portavoce di Microsoft interpellato da TechCrunch ha fornito il seguente commento circa la modifica di Bing su iOS: “Apprezziamo il nostro rapporto con Apple e siamo ansiosi di continuare a collaborare con loro in molti altri modi, anche su Bing Image Search con Siri, per fornire la migliore esperienza possibile per i nostri clienti. Bing è cresciuta ogni anno dal suo lancio, ora alimenta oltre un terzo di tutti i volumi di ricerca per PC negli Stati Uniti, e continua a crescere in tutto il mondo. Inoltre potenzia le esperienze di ricerca di molti altri partner, tra cui Yahoo (Verizon), AOL e Amazon, così come le capacità multilingue di Twitter. Con il progredire del nostro lavoro per far progredire il settore dell’ IA, siamo certi che Bing sarà all’ avanguardia nel fornire ai nostri clienti e partner un’ esperienza di ricerca più intelligente”.

Una domanda a cui non troveremo risposta è se questo cambiamento proviene esclusivamente dall’azienda di Cupertino desiderosa di offrire risultati coerenti con tutti i suoi sistemi di navigazione web o se è una condizione dell’accordo miliardario che Google ha in atto per rimanere il motore di ricerca predefinito sui dispositivi Apple. Probabilmente tale strategia è stata adottata per entrambi i motivi.

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: