Apple Music

Apple Music è il primo argomento trattato dall’Amministratore Delegato Tim Cook in occasione del keynote odierno dedicato alla presentazione dei nuovi iPhone 7 e Apple Watch 2. Una sorta di antipasto per accrescere l’hype e scandire l’attesa verso i dispositivi di nuova generazione, suffragato da un simpatico filmato di apertura che ha visto protagonista proprio il numero uno di Apple, coadiuvato per l’occasione da personaggi di tutto rilievo quali Pharrell Williams e James Corden, rinomato attore statunitense.

Il colosso di Cupertino si dimostra ad ogni modo attento alla crescita del proprio servizio di streaming musicale, che in appena un anno dall’esordio ufficiale può già vantare l’apprezzabile risultato di 17 milioni di abbonati in tutte le piattaforme nelle quali è disponibile. Numeri dunque positivi, ritoccati ulteriormente verso l’alto se facciamo riferimento al dato riportato dalla stessa Apple a margine del Worldwide Developers Conference (WWDC 2016) tenutosi lo scorso giugno: 15 milioni di abbonati, praticamente la metà rispetto alla cifra di cui può fregiarsi il rivale Spotify.

Nel corso del keynote odierno, il CEO Tim Cook non ha mancato di sottolineare le novità estetiche di Apple Music presenti all’interno di iOS 10, ma soprattutto il ruolo di quest’ultimo per gli artisti emergenti e nelle varie esclusive: inequivocabile è in tal senso il nome di Taylor Swift, congedatasi – senza non poche polemiche, invero – proprio da Spotify per abbracciare appieno il servizio di streaming musicale di Apple.

L’Amministratore Delegato di Apple si è altresì soffermato sul decennale di Apple Music Festival, previsto come di consueto in <<quel>> di Londra ed impreziosito dalla partecipazione di artisti di rilievo, quali Elton JohnMichael Bublè. L’evento, sottolinea Cook, sarà visibile soltanto dagli abbonati ad Apple Music, con quest’ultimo disseminato ormai tra le varie piattaforme iOS, Android, PC e Mac.

Continuate a seguire KeyforWeb per scoprire il resto delle novità di casa Apple.

via