Apple smentisce le ipotesi iniziali circa la prematura diminuzione della percentuale di batteria, attribuita erroneamente ad una cattiva gestione delle risorse da parte della applicazioni che operano in background sotto sistemi iOS. A rispondere è direttamente il CEO Tim Cook, che replica ad una mail inviatagli da un utente desideroso di ottenere maggiori delucidazioni in merito. Siamo certi che la risposta vi incuriosirà.

Apple – Le nostre app in background non consumano batteria, parola di Graig Federighi

A rischio di scatenare un’accesa polemica, possiamo dire che certamente l’ecosistema iOS gestisce meglio le risorse rispetto alla controparte Android, pur essendo questa decisamente user-friendly e più orientata all’estrema personalizzazione rispetto alla precedente. Ad ogni modo, è innegabile che gli analisti programmatori ed i progettisti di sistema Apple spingano al massimo le ottimizzazioni al fine di garantire un’operatività che massimizzi le risorse dei rispettivi dispositivi che operano attraverso il sistema. Di recente, un utente ha rivolto una domanda ben specifica direttamente ad Apple, attraverso un’esplicita mail di richiesta. Nello specifico si richiedeva se le applicazioni operanti in background necessitassero di essere chiuse al fine di risparmiare batteria.

Chiudere le app iOS in background è necessario per aumentare la durata della batteria? Tanto per mettere a tacere la faccenda

Apple app batteria

La pronta risposta di Graig Federighi è stata:

No e no

app iOS multitasking Apple

Una risposta che chiude definitivamente tutte le perplessità visto che gli sviluppatori sono in grado di creare applicazioni efficienti sotto ogni profilo che, contrariamente all’opinione comune, degradano le risorse energetiche del dispositivo a causa della loro chiusura, visto che il device deve ripescare in continuazione i riferimenti alle applicazioni all’interno del sistema per poterle avviare nuovamente in memoria. Non chiudete le app in multitasking su iOS dunque visto che Apple ha ingegnerizzato il proprio software appositamente per operare con la massima efficienza in background.

VIA

CONDIVIDI
Articolo precedenteGalaxy S7 Edge: test di resistenza con il frullatore Blendtec
Prossimo articoloEcco Peeple, l’app in stile TripAdvisor per giudicare le persone